30 Novembre 2016

Motor Show di Bologna 2016: il vademecum per i nostri lettori

L’obiettivo dichiarato è quello di puntare sulla passione degli italiani per le quattro ruote. Non è un caso, dato che si tratta di un’edizione dal forte sapore evocativo, quella del 40esimo anniversario dalla prima, targata 1976. Dopo un anno di assenza, il Motor Show di Bologna torna protagonista. Tutto è pronto per l’apertura dei battenti a stampa e operatori del settore, in programma venerdì 2 dicembre e seguita, il giorno successivo, dall’apertura vera e propria al pubblico.

MOTOR SHOW BOLOGNA 2016

Il Motor Show di Bologna 2016, in programma fino all’11 dicembre, vedrà la presenza di oltre 30 brand, che rappresentano circa il 70% del mercato: Abarth, Alfa Romeo, Bentley, Citroën, Dacia, DR, DS, Effeffe, Fiat, Fiat Professional, Ford, Infiniti, Jaguar, Jeep, Lamborghini, Lancia, Land Rover, Lexus, Lotus, Maserati, Mazzanti Automobili, McLaren, Mercedes-Benz, Mitsubishi, Mopar, Noble, Pagani, Peugeot, Pininfarina, Renault Sport, Smart, Suzuki, Tazzari, Tesla, Toyota e Zagato. Più che un Salone, sarà un evento, con ampio spazio ai test drive e alla convegnistica.

I MODELLI

Per le flotte aziendali, il Motor Show di Bologna 2016 riserverà alcune anteprime nazionali di modelli (gran parte dei quali già visti al Salone di Parigi), oltre a vetture appena arrivate sul mercato: ci saranno, per fare qualche esempio, le nuove Peugeot 3008 e 5008, la Citroën C3, il Toyota C-HR, la nuova Land Rover Discovery, le versioni AWD di Jaguar e il nuovo Suv Suzuki Ignis.

VIDEO: MOTOR SHOW BOLOGNA 2016

I CONVEGNI

Fitto il calendario dei convegni, a cominciare dal 2 dicembre. Alle 12 ci sarà una tavola rotonda con protagoniste le Case, dal titolo “Quale marketing per la ripresa?”. Alle 14,30, il workshop “Internet of Things: auto connessa”, per approfondire uno dei temi più caldi legati alle quattro ruote. Sempre nel pomeriggio di venerdì, dalle 14 alle 18, due appuntamenti per i concessionari: Anticrisi Day, con un focus su “I Conti dei Dealer” e “Internet Motors”. La mattina del 3 dicembre, invece, Anfia e Unrae saranno tra i protagonisti del convegno “Il mercato che verrà e i suoi protagonisti”. Clicca qui per vedere il calendario completo.

I BIGLIETTI 

Dal 3 al 9 dicembre, i biglietti a prezzo pieno costeranno 22 euro, mentre l’11 e il 12 il prezzo salirà a 25 euro. Previsti sconti per i ragazzi da 9 a 16 anni (18 euro), per i gruppi (20 euro a testa) e per le famiglie (15 euro a testa per due adulti con un ragazzo da 9 a 16 anni, 12 euro a testa per due adulti con due ragazzi).

LA APP

A disposizione dei visitatori, c’è anche, novità di quest’anno, una app sviluppata da K Brand e scaricabile dagli store di Apple e Google, che consentirà di interagire con gli espositori e prenotare i test drive.

COME ARRIVARE

  • In treno: dalla stazione di Bologna, prendere gli autobus 35 o 38, che fermano all’ingresso principale di piazza Costituzione; per il ritorno, attendere il 35 e il 39. Per chi viaggia con Italo o Trenitalia, è disponibile uno sconto (clicca qui per tutte le info).
  • In auto: consigliato arrivare dall’autostrada A14; uscire a Bologna Fiera.
  • In aereo: dall’aeroporto Marconi, è disponibile il servizio diretto Aerobus BLQ (sei euro), ogni 30 minuti dalle 9.15 alle 18.15 verso la Fiera e dalle 10 alle 19 verso l’aeroporto.
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia