15 Febbraio 2019

Le 10 cose da sapere sull’ecobonus 2019

Il 1° marzo scatta l’ecobonus. Come stabilito dalla manovra 2019, l’incentivo si basa sulle emissioni dell’auto nuova da acquistare. In funzione del valore di CO2, si potrà ottenere un contributo fino a 6.000 euro. L’ecobonus include i modelli con emissioni fino a 70 g/km. L’incentivo aumenta con la rottamazione.

Il 1° marzo scatta l’ora dell’ecotassa e dell’ecobonus. Il pagamento dell’imposta e l’erogazione del contributo si basano sulle emissioni dell’auto nuova da acquistare, secondo quanto stabilito dalla manovra 2019.

Emissioni CO2 ecobonus ed ecotassa

In funzione del valore di CO2 emesso dal modello scelto, bisognerà dovrà pagare una nuova tassa, oppure si potrà usufruire di un incentivo (erogato sotto forma di riduzione del prezzo di acquisto). L’ecotassa colpisce le auto con emissioni di anidride carbonica superiori a 160 g/km, mentre l’ecobonus riguarda i modelli con emissioni fino a 70 g/km (auto elettriche e ibride). Gli incentivi, inoltre, aumentano con la rottamazione.

10 COSE DA SAPERE SU ECOBONUS

A QUANTO AMMONTA L’ECOBONUS?

L’ecobonus prevede due livelli: nel caso di emissioni comprese tra 0 a 20 g/km di CO2, l’incentivo è di 6.000 euro con rottamazione e 4.000 euro senza rottamazione. 

La seconda soglia prevede emissioni di CO2 tra 21 e 70 g/km di CO2: in questo caso, il contributo scende a 2.500 euro con rottamazione e 1.500 euro senza rottamazione.

Leggi anche: quanto impatteranno ecotassa ed ecobonus sul mercato dell’auto?

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia