30 Gennaio 2020

Al via le celebrazioni per i cento anni di Mazda

Mazda compie cento anni e oggi cominciano i festeggiamenti. L'azienda nipponica si è sempre distinta per la temerarietà nella ricerca dell'innovazione. Dopo un secolo di successi Mazda non si smentisce e lancia la sua prima auto elettrica.

Il 2020 è un anno importante per Mazda. Oggi nel quartier generale di Hiroshima avrà luogo la cerimonia inaugurale di un anno ricco di eventi, tra cui il Salone di Ginevra 2020, per celebrare il centenario dell’azienda nipponica.

Nel 2020 il centenario di Mazda

LE ORIGINI DI MAZDA

Le origini di Mazda sono ben lontane dalla notorietà che ha assunto oggi in tutto il mondo. Quando cento anni fa Jujiro Matsuda trasformò la Toyo Cork Kogyo in un produttore di macchine utensili e poi di veicoli, l’azienda produceva sughero.

Mazda-Go fu il primo modello a comparire sul mercato, un motocarro a tre ruote in vendita a partire dal 1931. Il successo del mezzo spinse l’azienda ad apportarvi continui miglioramenti, fino a quando, nel 1938, venne dotato di un cambio a quattro marce che permise di ridurre i consumi del 20%.

Nel 1960 esce Mazda R360

Dopo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale la produzione di autocarri riprese con una rapidità inaspettata e i veicoli commerciali continuarono a costituire il focus principale dell’azienda fino al 1960, quando comparve Mazda R360, la prima autovettura.

CENTO ANNI DI SUCCESSI

La casa automobilistica si è da sempre contraddistinta per il coraggio dimostrato nel cercare l’innovazione dal punto di vista tecnologico e del design. Proprio questa caratteristica ha funzionato da propulsore e l’ha portata a raggiungere traguardi importanti. Tra i principali spicca l’accordo di licenza firmato con la NSU, una casa tedesca produttrice di automobili, che le permise di produrre i nuovi motori rotativi Wankel.

Approfondisci: il ritorno dei motori rotativi sulle nuove Mazda

Nel 1967 Mazda fu quindi in grado di mettere in commercio l’innovativa Mazda Cosmo Sport 110S, che si guadagnò il titolo di primo modello di serie al mondo con motore rotativo. Questa vettura fu solo il primo di numerosi successi che, nel corso degli anni, consentirono all’azienda di vendere quasi due milioni di auto a motore rotativo.

Nel 1967 Mazda presenta Mazda Cosmo Sport

Qualche anno dopo Mazda fece suo anche un nuovo record grazie alla Mazda 787B che, con il suo motore a quattro rotori, fu l’unica auto a vincere Le Mans con un motore non a pistoni.

L’invenzione del motore rotativo Mazda fu all’origine anche della gamma di motori, trasmissioni, piattaforme e scocche che sfruttano la Skyactiv Technology di Mazda, una tecnologia che ha consentito di ottimizzarli per renderli efficaci e per garantire il piacere della guida Jinba Ittai.

Solo nel 1984, quando l’azienda venne rinominata Mazda Motor Corporation, comparve Mazda MX-5. Si tratta della roadster più venduta al mondo, che dichiarò ufficialmente la passione dell’azienda per la guida.

Mazda detiene anche il primato per il lancio dello Skyactiv-X, il primo motore a benzina con accensione a compressione.

LE SFIDE DI OGGI

Oggi le vetture Mazda presentano l’innovativo design Kodo – Soul of Motion che le rende celebri nel mondo. L’azienda continua anche a sfidarsi dal punto di vista dell’innovazione lanciando il suo primo veicolo elettrico: Mazda MX-30.

Nuova Mazda MX-30 2020 auto elettrica

Il nuovo modello è pensato per il futuro, ma non si dimentica delle origini. L’abitacolo presenta dei dettagli in sughero che ricordano le condizioni di semplicità in cui cento anni fa è nata Mazda.

Leggi anche: tutta la gamma Mazda 2020

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia