27 Luglio 2020

Le 12 auto che consumano meno nel 2020 [FOTO]

Quali sono le auto che consumano meno? I dati dichiarati dalle Case disegnano una classifica variegata per tipologie di alimentazione, tra diesel, ibrido e metano

Tema spinoso, quello dei consumi delle auto. Individuare le auto che consumano meno diventa un esercizio che, sulla carta, deve fare affidamento su dati che sono dichiarati dalle Case, rivisti con l’introduzione del ciclo WLTP.

LE AUTO CHE CONSUMANO MENO

Auto che consumano meno

Il chilometro per litro, che diventa il chilometro per kg nel caso delle bifuel a metano, diventa un indicatore al quale sono interessati ovviamente i privati – che puntano a trovare un’auto che soddisfi le loro esigenze e non gravi troppo sul portafogli -, ma anche i Fleet Manager, in chiave contenimento dei costi. Senza dimenticare come, un’auto dai bassi consumi, automaticamente risulta avere emissioni inquinanti di Co2 inferiori. 

IBRIDE PLUG-IN ESCLUSE

Nello stilare la graduatoria delle auto che consumano meno 2020 secondo quanto dichiarato in fase di omologazione, si rende necessaria una precisazione. Una classifica assoluta delle auto con un motore termico, elettriche pure escluse, vedrebbe prevalere in modo netto le ibride plug-in prendendo in esame solo il dato risultante dai test di omologazione. 

Più corretto e vicino alla realtà – per le caratteristiche dei cicli di omologazione – stilare una classifica comprensiva solo di auto con motore termico, benzina o diesel, e di auto mild e full hybrid, la cui ricarica del pacco batterie avviene esclusivamente durante la guida, mediante recupero energetico nelle fasi di decelerazione. 

LA CLASSIFICA DELLE 12 AUTO CHE CONSUMANO MENO

Una puntualizzazione di metodo necessaria. Quali risultati emergono, quindi, dal panorama delle auto già sul mercato? Le sorprese non mancano, perché segnalano un moderno motore diesel da primato, candidata a essere l’auto diesel che consuma meno – eccezion fatta per le ibride plug-in diesel -.

Si registra la validità dell’ibrido – non solo di chi, dell’ibrido, ha la paternità nell’averlo introdotto sul mercato e prodotto grandi numeri – e si legge il risultato d’eccellenza ottenuto da una piccola citycar.

Svetta un’alimentazione alternativa come quella a metano: in un sol colpo si prende la palma de “l’auto che consuma meno di tutte”.

Approfondisci: La nostra inchiesta sulle auto a metano

SKODA OCTAVIA E VOLKSWAGEN GOLF

Sulla soglia dei 3,5 litri/100 km nel ciclo misto WLTP si posizionano più proposte. Dei progetti di più recente introduzione sul mercato, meritano d’essere citate Skoda Octavia e Volkswagen Golf, tecnica gemella sebbene diverso sia il target di clientela e il segmento di mercato.

Approfondisci: Octavia 2.0 TDI, al volante della 150 cv

E’ il motore 2 litri turbodiesel nel livello di potenza da 116 cavalli e 300 Nm a garantire le percorrenze migliori. Si tratta di un diesel pulito, con doppio trattamento SCR degli NOx, abbattuti dell’80% rispetto al passato. Nel ciclo urbano i consumi si attestano sui 4,2 lt/100 km. (Octavia – Velocità massima: 211 km/h; 0-100 km/h: 10”3; Co2: 91 g/km). (Golf – Velocità massima: 202 km/h; 0-100 km/h: 10”2; Co2: 91 g/km)  

BMW SERIE 2 GRAN COUPE’

nuova BMW Serie 2 Gran Coupé

Sul fronte premium si fa largo la proposta BMW Serie 2 Gran Coupé, declinazione con carrozzeria berlina fastback della Serie 1. Il motore 3 cilindri turbodiesel da 1.5 litri sviluppa 116 cavalli e 270 Nm di coppia, certo non un propulsore sportivo ma, in compenso, ripaga con basse richieste di carburante. Sono 4,3 lt/100 km i consumi dichiarati dalla casa nel ciclo urbano. (Velocità massima: 200 km/h; 0-100 km/h: 10”3; Co2: 99 g/km) 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia