Le auto ibride plug-in più economiche con prezzi sotto i 40.000 euro

Guidare in elettrico per lunghi tratti senza scontare i punti deboli delle auto a batterie. Le auto ibride plug-in sono un'interessante soluzione immediata. Quali sono le auto ibride plug-in più economiche sulla piazza?

Ibrido e ibrido plug-in sono risposte pronte per una mobilità più pulita, aspettando un futuro elettrico tutto da scrivere sui volumi. Quali sono le auto ibride plug-in più economiche?

AUTO IBRIDE PLUG-IN, PREZZI IMPORTANTI

auto ibride plug-in

 E’ bene sottolineare come si navighi ancora in un’offerta di alto profilo, nella quale l’asticella è posta ampiamente al di sopra dei 30 mila euro, prezzi ufficiali di listino sui quali, tra campagne promozionali e incentivi, si spuntano pressoché su tutti i modelli interessanti offerte. Prezzi agevolati anche dal provvedimento dell’ecobonus (scopri cosa ne pensano i Fleet Manager)

Al di là dell’ecobonus, le vetture che prendiamo in considerazione in queste pagine non presentano le risapute problematiche legate all’autonomia delle auto elettriche (quali sono i modelli con maggiore autonomia?) e il loro prezzo di listino è inferiore a 40.000 euro. 

FULL HYBRID E PLUG-IN HYBRID, COSA CAMBIA

La differenza tra auto ibride e plug-in è, anzitutto, nella possibilità di ricaricare il pacco batterie esternamente, da una presa di ricarica, nel caso delle ibride plug-in.

Questo consente di adottare pacchi batterie di maggior capacità e, di conseguenza, ottenere un’autonomia di marcia in modalità esclusivamente elettrica più ampia. I modelli di riferimento sfiorano i 60 km dichiarati. 

Un’auto ibrida plug-in, rispetto a un sistema full-hybrid, in ragione delle batterie più “grandi” sconta anche un aggravio di peso. Le auto full hybrid, diversamente dalle plug-in, ricaricano la batteria (più compatta e non sufficiente per coprire più di una manciata di chilometri in elettrico) esclusivamente dalla rigenerazione in frenata o mediante l’intervento del motore termico.

AUTO IBRIDE PLUG-IN 2019

L’offerta di modelli ibridi ricaricabili esternamente è in costante aumento, new entry prossimamente al debutto sono Peugeot 508 e Peugeot 3008.

Alcune proposte sono state tagliate fuori dal ciclo d’omologazione WLTP, come Audi A3 Sportback e-tron, modello con un prezzo appena inferiore ai 40 mila euro, rientra nella nostra classifica delle auto ibride plug-in più economiche. La nuova generazione è in fase di sviluppo e verrà lanciata nel 2020.

Approfondisci: Ricaricare l’auto in autostrada, i progetti sulle colonnine

LE AUTO IBRIDE PLUG-IN PIÙ ECONOMICHE 

5) TOYOTA PRIUS PLUG-IN

Toyota Prius 2019

Lo stop alla produzione di Audi A3 e-tron porta Prius plug-in hybrid a essere il modello che più si avvicina alla soglia dei 40 mila euro.

Se la berlina tedesca riusciva a rientrarci per 150 euro, la giapponese sfora di oltre 2.000 euro la barriera fissata per la nostra graduatoria. Tuttavia, campagne promozionali portano il prezzo ufficiale di listino a ridursi fino a 35.750 euro.

La Toyota Prius Plug-in Hybrid ha le stesse caratteristiche della sorella full hybrid, ma alloggia al suo interno un pacco batterie da 8,8 kWh che alimenta la componente elettrica e garantisce oltre 50 km di autonomia in modalità zero emissioni, a patto di avere le batterie completamente cariche.

Alla campagna promozionale Toyota va sommato l’ecobonus di 1.500 euro senza rottamazione e 2.500 euro con rottamazione.

Leggi anche: Prius, novità ibrida e integrale nel 2019

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia