1 Dicembre 2018

ACI: mancano 5,6 miliardi di euro per la manutenzione delle strade provinciali

A Genova si è tenuta la 73ª Conferenza del traffico e della Circolazione, organizzata dall'Automobile Club d'Italia. Il tema di quest'anno tratta il fabbisogno per la manutenzione della rete viaria secondaria italiana: servono 5,6 miliardi di euro in più ogni anno.

Si è svolta oggi a Genova la 73ª Conferenza del Traffico e della Circolazione, organizzata da ACI, dal titolo “Il fabbisogno di manutenzione della rete viaria secondaria“. L’evento, per l’edizione di quest’anno, si è infatti concentrato sul tema strategico delle infrastrutture, in particolare sulla rete stradale provinciale.

In questo senso, è stato presentato alla conferenza lo studio della Fondazione Filippo Caracciolo di ACI, il quale evidenzia come la manutenzione della rete viaria secondaria debbia essere considerata una priorità per l’Italia, sia in termini di sviluppo economico, sia per l’incremento del PIL.

LA 73ª CONFERENZA DEL TRAFFICO E DELLA CIRCOLAZIONE DI ACI

A Genova, presso il Palazzo della Meridiana, si è svolto l’appuntamento clou per la mobilità organizzato ogni anno dall’Automobile Club d’Italia. Il tema della 73ª Conferenza del Traffico e della Circolazione è stato la manutenzione delle strade provinciali italiane

73a Conferenza del Traffico e della Circolazione di ACI: la manutenzione della rete viaria secondaria

Le attuali inefficienze e criticità dei 132.000 chilometri di rete stradale provinciale sono dovute ai mancati investimenti degli ultimi 10 anni, che ammontano a 42 miliardi di euro, come specificato nello studio della Fondazione Caracciolo: “Il recupero dell’arretrato manutentorio della rete viaria secondaria: una priorità per il Paese“.

Approfondisci: secondo SITEB servono 42 miliardi per sistemare le strade italiane

I fondi necessari per la manutenzione della rete stradale provinciale ammontano a 6,1 miliardi di euro all’anno:

  • 1,7 miliardi di euro per la manutenzione ordinaria
  • 4,4 miliardi di euro per la manutenzione straordinaria

La manutenzione di ogni chilometro di strada provinciale necessita in media 46.000€ l’anno, cifra che supera nettamente le risorse stanziate attualmente, che non oltrepassano i 500 milioni di euro, sufficienti alla manutenzione di circa l’8% della rete viaria secondaria.

Leggi anche: #BastaBuche, Anas investe 275 milioni per la riparazione delle buche stradali

INVESTIRE NELLA MANUTENZIONE: UNA GRANDE CRESCITA PER IL PAESE

Investire nella manutenzione delle strade darebbe un grande slancio allo sviluppo economico del Paese. Infatti, l’investimento dei 5,6 miliardi mancanti per la cura della rete extraurbana secondaria, frutterebbero il triplo dei guadagni, con un incremento dello 0,9% del PIL e una riduzione del tasso di disoccupazione del 4%, con 120.000 nuovi posti di lavoro.

manutenzione delle strade provinciali in Italia: la 73a conferenza del traffico di ACI

“Gli investimenti sulle strade, infatti, non aggravano il rapporto deficit/PIL. Al contrario, attraverso lo sviluppo economico, contribuiscono a migliorare il parametro finanziario oggi più critico per l’Italia.”

Angelo Sticchi Damiani, presidente di ACI.

Inoltre, il numero di incidenti sulla rete stradale secondaria conta 935 vittime, che “rappresentano il 30% del totale dei decessi sulle nostre strade“, come spiega Giuseppina Fusco, presidente dell Fondazione Caracciolo di ACI.

Approfondisci: incidenti stradali in italia, ecco tutti i numeri del 2017

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia