8 Maggio 2020

Covid accelera la tendenza all’acquisto di auto online

Aumenta l'utilizzo del web per informarsi sulle auto, valutare i finanziamenti e i canoni di noleggio, configurare i mezzi. Ma ora si arrivare a gestire online anche l’acquisto e la consegna della vettura.

Covid smaterializzerà anche l’esperienza di acquisto dell’auto? Probabilmente sì. L’epidemia fa da acceleratore a dinamiche già in atto, ma mai finora portate alle loro conseguenze più estreme.

 

Si usa il web per informarsi sulle auto, valutare i finanziamenti e i canoni di noleggio, configurare l’auto. Ma presto si potrebbe arrivare a gestire online anche l’acquisto e la consegna della vettura. In ogni caso, in concessionaria si andrà sempre meno, magari solo su appuntamento e per finalizzare l’acquisto.

Leggi anche: Mobilità post Covid-19: l’auto torna protagonista

GLI STORE ONLINE

Le Case auto si stanno sempre più attrezzando verso la digitalizzazione. Se anche prima esistevano i configuratori online, ora ci si spinge fino a veri e propri store.

Citroen Carstore

Citroen, ad esempio ha ben due piattaforme online dedicate: Citroen Carstore (dedicato ai privati) e Citroen Carstore Business che contiene tutti i veicoli commerciali e le auto aziendali in pronta consegna.

Online ci sono oltre 10.000 veicoli nuovi in pronta consegna. È possibile selezionare la Concessionaria e il budget. L’auto selezionata è visionabile a 360°, interni ed esterni. Insieme al prezzo finale, il sistema fornisce anche la proposta di finanziamento dedicata al modello che avete scelto. Proposta che rimarrà comunque modificabile nei servizi online, oppure telefonic

DS expert advisor

DS, ad esempio, propone un processo di acquisto tutto digitale, con l’auto che potrà essere consegnata a domicilio. Una volta scelto il modello desiderato, ci si mette in contatto con un “DS expert advisor” che accompagna virtualmente il cliente nelle tappe successive dell’acquisto della sua nuova DS, utilizzando il mezzo di comunicazione che il cliente riterrà più opportuno, inclusa la possibilità di una videochiamata.

Volvo Stay Home Store

Anche Volvo ha creato il suo “Stay Home Store”, una concessionaria virtuale, da poco attiva in Germania, Francia, Italia, Spagna, Paesi Bassi, Belgio e Regno Unito per bypassare il lockdown. Consente ai clienti di acquistare o noleggiare una Volvo in modo interamente digitale, scegliendo non solo l’auto ma anche assicurazione e servizi accessori. Si interagisce, senza la necessità di incontrarsi realmente, con la rete di vendita.

Il lancio di Stay Home Store segue l’introduzione all’inizio di questo mese del servizio Volvo Valet negli Stati Uniti e in Cina, che prevede il ritiro e la riconsegna dell’auto a domicilio per qualsiasi cosa, dalla manutenzione ai tagliandi.

L’usato online di Bmw

Bmw può sfruttare per esempio il progetto “BMW Group Usato Store” (già iniziato nel 2019). Si tratta di un portale poter acquistare direttamente online veicoli usati Bmw e Mini.

BMW-Group-Usato-store-auto

Leggi anche: BMW Group Usato Store: il nuovo e-commerce per ricevere direttamente a casa un’auto usata

L’acquisto può essere portato a termine online. Infatti è possibile la consegna a domicilio, con un servizio di sanificazione incluso. Via web si può accedere a eventuali formule finanziarie dedicate e avere una prima valutazione di un proprio veicolo da dare in permuta.

La realtà aumentata di Lamborghini

Infine, un esempio particolare. Lamborghini adotta la realtà aumentata della Apple per potere mostrare le sue auto “dal vivo” in qualsiasi contesto, anche nelle case dei clienti. Lamborghini ha scelto la realtà aumentata per il lancio virtuale del suo nuovo modello: la Huracán Evo Rwd Spyder.

ACQUISTARE L’AUTO A DISTANZA

Finito il lockdown, c’è un aumento della mobilità individuale, dato che i trasporti pubblici e lo sharing sono da limitare per motivi di sicurezza. Quindi a breve potrebbero aumentare le vendite e i noleggi delle auto. Ma come saranno queste vendite?

Come ci ha spiegato Andrea Volontè, head of automotive di Subito:

Le persone vorranno ottenere più informazioni sulle piattaforme digitali, e gli operatori si stanno già attrezzando per la gestione a distanza del rapporto venditore-cliente e della visualizzazione dell’oggetto”.

Leggi anche: Coronavirus: gli impatti sul mondo delle auto usate

Smaterializzare anche acquisto e consegna?

Sarà possibile smaterializzare anche la parte finale della trattativa? Secondo Volontè, si arriverà a una fase “ibrida”, nella quale si farà di tutto per allungare in più possibile la relazione da remoto. Solo alla fine si arriverà al contatto di persona, evitando però qualunque assembramento di persone.

consegna auto online

Secondo il broker Carlo Ciampi, Ceo e Founder di FacileRent, invece, si arriverà a una digitalizzazione completa: “Si può fare tutto online: dal primo contatto alla consegna dell’auto, fino al successivo monitoraggio. Noi ci siamo organizzati in questo senso, si può bypassare il dealer e consegnare le vetture direttamente al domicilio”.

Senza arrivare all’esempio estremo di Geely, che in alcune località della Cina consegna le chiavi della macchina col drone, ci saranno formule di consegna dell’auto alternative. Ad esempio, la consegna a casa o sul posto di lavoro, oppure il prelievo in sicurezza presso il concessionario.

Geely consegna chiavi col drone

Cambia il modello di business, forse in modo permanente: “Io ho 14 sedi in Italia perché ho sempre creduto che la fisicità fosse importante, però già l’anno scorso, prima di Covid, il 60% dei miei volumi si è sviluppato online. Il più bravo è chi capisce il cambiamento e muta il suo approccio al business”. La consegna sempre di più sarà fatta dai driver e sempre meno in concessionaria.

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia