Texa lancia il suo sanificatore, che riconverte l’ozono in ossigeno

L'azienda veneta Texa ha progettato e realizzato il sanificatore AIR2 SAN, adatto sia per i veicoli sia per gli ambienti di lavoro. La sua particolarità è trasformare l'ossigeno all'interno dell'abitacolo in ozono, per poi riconvertirlo in ossigeno a fine procedura.

Texa, azienda veneta leader nella  auto diagnostica,  ha ideato il suo sistema di sanificazione, interamente progettato e costruito in Italia, all’interno del suo headquarter di Monastier di Treviso.

Il nuovo dispositivo si chiama AIR2 SAN e si può usare sia per sanificare i veicoli sia gli ambienti di lavoro. La sanificazione è a ozono, ma AIR2 SAN ha la particolarità di riconvertire l’ozono in ossigeno a fine procedura, per la totale sicurezza dell’operatore e del cliente.

COME FUNZIONA IL SANIFICATORE TEXA

AIR2 SAN può essere utilizzato da solo o abbinato ad un sistema diagnostico Texa.

Viene attivato dall’esterno del veicolo tramite telecomando o App gratuita da installare sul proprio smartphone (scaricabile sia per sistema iOS che Android). Il dispositivo provvede in maniera completamente automatizzata alla sanificazione dell’abitacolo in poco tempo.

L’operatore non deve fare altro che aspettare la fine del processo perché, grazie ai sensori di ozono, umidità e temperatura, AIR2 SAN provvede in maniera autonoma all’individuazione del corretto livello di saturazione.

Quando appare la luce verde sul display o l’apposita indicazione sulla App, il veicolo è pronto per essere riconsegnato al cliente, senza alcuna ulteriore operazione.

IL CONTROLLO DELL’OZONO

AIR2 SAN, grazie ad una scarica elettrostatica, trasforma l’ossigeno (O₂) presente nell’abitacolo in ozono (O₃) e lo diffonde in modo preciso, controllato e uniforme (non tramite un semplice Timer).

Questa fase è resa più efficace e sicura grazie al Dust Filter posto in aspirazione, che impedisce il passaggio di polveri verso il generatore di ozono. Questo garantisce una maggiore durata del generatore ed elimina il rischio di un’accidentale produzione di pericoloso acido nitrico che potrebbe generarsi a causa dell’entrata di particolato nella camera di trasformazione.

 

Il microprocessore di AIR2 SAN mantiene la quantità ideale di ozono e ne determina la permanenza necessaria nell’abitacolo per procedere alla eliminazione di muffe, funghi, virus e batteri, come previsto dagli standard medico chirurgici. Questa procedura automatizzata elimina inoltre ogni rischio di errore umano.

Leggi anche: Sanificazione auto, facciamo chiarezza

Contrariamente a molti prodotti concorrenti presenti sul mercato, Texa ha introdotto nel processo di sanificazione anche il ciclo inverso di trasformazione dell’ozono residuo in ossigeno, grazie ad uno speciale catalizzatore.

L’ozono, in alte concentrazioni, è infatti un gas nocivo, ed è essenziale che ne venga assicurata una concentrazione minima prima della riconsegna del veicolo o dell’ambiente di lavoro. Tutto questo per difendere la salute non solo del cliente, ma anche dell’operatore, particolarmente esposto ogni volta che apre la vettura dopo la sanificazione.

 

FUNZIONA ANCHE PER IL CORONAVIRUS?

L’ozono non è tra le sostanze previste dal Ministero della Salute per la sanificazione. Il suo potere virucida è comprovato, ma non sono stati ancora effettuati dei test diretti su Covid-19.

Per le sue caratteristiche, AIR2 SAN elimina tutti i possibili rischi legati all’ozono, sia per quanto riguarda la salute degli occupanti sia per quanto riguarda l’abitacolo.

AIR2 SAN viene proposto agli operatori a 740 euro, equipaggiato con Dust Filter, sufficiente per 500 utilizzi.

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia