ALD Automotive (Nlt): la crescita passa dal retail

Un’offerta sempre più flessibile e un’organizzazione interna capillare sul territorio: grazie a questa strategia, ALD Automotive sta chiudendo l’anno con buoni risultati. “Anche il 2012 ha subito il colpo della delicata fase macro-economica che stiamo vivendo – esordisce l’amministratore delegato Andrea Badolati -. Ciononostante, grazie all’impegno dei nostri team e a mirate politiche di investimento su asset di rilevanza strategica, possiamo confrontarci con numeri solidi e cautamente positivi: parliamo in primo luogo di un parco vetture in flotta che ha superato le 100mila unità (+ 3,5% circa rispetto al 2011), di un fatturato globale cresciuto dell’8% circa e di prospettive positive anche per gli ordini”.

UNO SGUARDO AL 2013 – Nel prossimo futuro, la società punterà sempre di più sulla capillarità sul territorio, rafforzando le vendite indirette (tramite broker e dealer), che già oggi rappresentano il 42% dei volumi totali di ALD Automotive. “Per il 2013 prevediamo un ulteriore potenziamento della Divisione Retail – spiega Badolati -: abbiamo in programma un ambizioso progetto di franchising per rendere le nostre agenzie più grandi e rilevanti per il cliente, e stiamo attivando nelle aree metropolitane specifiche partnership che permettano di valorizzare la sinergia tra il nostro Gruppo e il concessionario”. Allo stesso tempo, ALD Automotive proseguirà la sua strategia a favore della mobilità sostenibile. “Tale impegno – conclude Badolati – si è tradotto da oltre 5 anni nel programma ALD Bluefleet, con cui offriamo consulenza/assistenza nella ricerca di soluzioni ecocompatibili per la flotta”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia