13 Maggio 2019

Le soluzioni di ALD Automotive per le grandi aziende

Sostenibilità, corporate car sharing e soluzioni flessibili: ecco gli aspetti principali della strategia di ALD Automotive verso la clientela corporate. Abbiamo incontrato il general manager Giovanni Giulitti per approfondire queste tematiche e l’offerta.

Mobilità sostenibile. Ma anche car sharing e flessibilità. Sono queste le parole chiave principali oggi per le grandi aziende, che ALD Automotive sta traducendo in offerte e soluzioni concrete.

sede ALD Automotive

“Negli ultimi anni c’è una nuova consapevolezza da parte dei nostri clienti verso il risparmio e la riduzione delle emissioni. Da una parte le normative spingono le aziende a scegliere una mobilità sostenibile per abbattere le emissioni, inserendo all’interno della propria flotta auto ibride e auto elettriche. Sempre più aziende sono attente a tematiche di mobilità sostenibile e la progressiva crescita delle infrastrutture sul territorio spingerà la domanda per queste tipologie di veicoli” spiega Giovanni Giulitti, general manager di ALD Automotive.

Approfondisci: i progetti della società sul noleggio dell’auto elettrica

LA STRATEGIA DI ALD AUTOMOTIVE

“L’obiettivo che da sempre poniamo alla base della nostra strategia di business è quello di garantire la mobilità dei nostri clienti attraverso due pilastri fondamentali: formule di mobilità in grado di rispondere ai diversi target e qualità dei servizi offerti” aggiunge Giulitti.

Le grandi realtà corporate, pur con la quotidiana attenzione al tema costi (dovuta anche alla maturità del mercato del Nlt), si pongono come sempre più interessate ai temi della sicurezza e della mobilità sostenibile. Quello delle pmi, invece,rappresenta un mercato ancora largamente di conquista, dove la prossimità e chiarezza delle proposte sono i driver principali di successo.

“Nell’ultimo periodo si registra un focus importante verso la digitalizzazione dei processi di accesso e gestione dei contratti. Molto importante è lo sviluppo di servizi e dispositivi legati alla telematica. Si tratta di elementi che permettono di offrire ai clienti una serie di benefici sia di ordine economico, sia funzionale, grazie in primis alla disponibilità tempestiva e puntuale di pacchetti informativi legati in modo specifico al business del cliente” evidenzia  Giulitti.

IL CORPORATE CAR SHARING (ANCHE ELETTRICO)

In questo contesto, prosegue ancora il manager, “abbiamo il nostro prodotto ALD Car Sharing, premiato agli International Fleet Award 2018 e dedicato alle grandi aziende che possono, grazie alla nostra piattaforma completamente digitale, ottimizzare la loro flotta e metterla a disposizione anche per un utilizzo privato da parte dei loro dipendenti. Questo genera un risultato virtuoso fatto di maggiori efficienze e di proposte di welfare dedicate ai dipendenti che accolgono un sempre più maggior consenso”.

Quest’anno, inoltre, ALD ha proseguito con lo sviluppo della app e con l’introduzione di nuovi servizi e funzionalità, “in grado di customizzare il servizio e soddisfare le diverse esigenze di mobilità dei diversi nostri clienti che hanno già adottato questa soluzione”.ricarica auto elettrica

Un’importante novità, frutto della nostra partnership con Enel X, è la possibilità di introdurre nelle flotte di corporate car sharing anche i veicoli elettrici, aggiungendo ai benefici descritti prima anche un significativo abbattimento delle emissioni per l’azienda cliente” sottolinea Giulitti.

Leggi anche: come funziona il servizio di corporate car sharing della società

VEICOLI COMMERCIALI: UN ASSET STRATEGICO

ALD Automotive punta anche sul comparto degli LCV. “Crediamo che il noleggio dei veicoli commerciali, abbia una grande potenziale” ribadisce il manager. In questo senso, “abbiamo proseguito il nostro programma di investimento e di miglioramento della nostra proposizione commerciale su questi veicoli da lavoro. I risultati ci hanno dato ragione: abbiamo consuntivato nell’ultimo anno circa 8.000 LCV, che ci posizionano al secondo posto tra i noleggiatori”.

“Nella nostra osservazione registriamo come, per certi versi, si tratti di un mercato ancora molto legato alle tradizionali logiche della proprietà – puntualizza Giulitti – Per accompagnare i clienti in questo cambiamento culturale legato al noleggio, stiamo lavorando a una nuova rete di assistenza specializzata e dedicata ai veicoli commerciali, assicurando alti standard qualitativi nei servizi offerti. I valori fondamentali su cui punta la nostra offerta sono qualità del servizio e la possibilità per i nostri clienti di scegliere il veicolo e gli allestimenti più adatti alle proprie esigenze di business”.

Veicoli commerciali

Per le aziende che utilizzano questi veicoli per il proprio lavoro, il vero valore aggiunto è dato dall’assistenza e dalla garanzia di non avere mai il fermo del mezzo, per non registrare un disservizio. “È proprio in questo che si differenzia il noleggio dalla proprietà. Noi siamo in grado di garantire la mobilità delle aziende clienti con la gestione amministrativa e di tutta la parte burocratica, e, in caso di fermo tecnico, garantire una mobilità sostitutiva aggiunge il manager.

Leggi anche: scopri qui le 5 cose da sapere sul noleggio dei veicoli commerciali

FORMULE IN CRESCITA

Noleggio mid term (leggi la nostra inchiesta) e auto aziendale condivisa sono, ormai, due frontiere da percorrere. “Negli ultimi anni stanno cambiando le esigenze di mobilità delle persone e di conseguenza anche delle imprese. La rapida evoluzione organizzativa di molte aziende ha portato alla scelta di scegliere formule contrattuali con una durata più breve. In questo modo c’è anche la possibilità di cambiare con molta facilità la propria flotta” spiega ancora il nostro intervistato.

I clienti privati invece, puntano sempre di più su formule di breve durata e meno vincolanti per poter cambiare veicolo quando cambiano le proprie esigenze. “Con le nostre formule di mobilità, dal Nlt al 2life, i clienti hanno l’opportunità di scegliere la durata contrattuale in base alle proprie esigenze a partire da 18 mesi, con la certezza di avere tutti i servizi utili alla gestione del contratto. Le formule che più si avvicinano ad una gestione a medio termine sono quelle a 24/36 mesi. I servizi inclusi sono gli stessi del noleggio a lungo termine con bollo, assicurazione, manutenzione, soccorso stradale 24/7 e piattaforma dedicata alla gestione del veicolo”.

Sul corporate car sharing, “siamo fortemente convinti che sia un servizio destinato a crescere ed affermarsi e proprio per questo stiamo puntando sempre di più sull’evoluzione continua della nostra piattaforma. Per le aziende si tratta di un servizio in grado di garantire l’ottimizzazione del Total Cost of Mobility e offrire anche un servizio ai propri dipendenti in ottica welfare”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia