Alleanza tra BMW e Mercedes per il car sharing e la mobilità urbana

Alleanza tra BMW e Mercedes. I due colossi tedeschi hanno siglato un importante accordo per la creazione di una joint venture sul car sharing e sui nuovi servizi di mobilità urbana.

Alleanza BMW Mercedes

Le indiscrezioni di una partnership tra il gruppo di Monaco e quello di Stoccarda giravano da tempo, ma l’ufficialità è arrivata soltanto in queste ore.

ALLEANZA BMW MERCEDES SUL CAR SHARING

Il primo settore cruciale dell’alleanza BMW Mercedes è quello del car sharing. Daimler, all’inizio di marzo, ha sottoscritto un accordo con Europcar per rilevare il 25% di Car2go, il noto servizio di auto condivisa del Gruppo che ha recentemente lanciato nuove offerte, mentre a inizio anno, BMW aveva rilevato il 50% delle quote di DriveNow  da Sixt.

Approfondisci: i numeri di DriveNow a Milano nel 2017

Adesso assisteremo a una vera e propria fusione delle due società: un’operazione che consentirà di creare un vero e proprio gigante del car sharing, con una flotta di 20mila unità, operativa in 31 grandi città del mondo.

GLI ALTRI PROGETTI

L’alleanza tra BMW e Mercedes, però, riguarda anche altri progetti, dato che entrambi i gruppi stanno puntando molto sulla cosiddetta nuova mobilità, specie in ambito urbano. Ecco gli ambiti che riguarderanno la partnership:

  • la mobilità on-demand con moovel e ReachNow,
  • il ride hailing, con Mytaxi, Clever Taxi, Beat e Chaffeur Privé,
  • i parcheggi, con ParkNow e Parkmobile (due app nate per aiutare gli utenti a cercare posteggio),
  • Chargenow, per trovare i punti di ricarica dei veicoli elettrici.

Leggi anche: tutto ciò che c’è da sapere sul ride sharing

Sia BMW che Daimler, infatti, negli ultimi anni hanno investito molto sui veicoli elettrici. Come ha affermato Dieter Zetsche, numero uno del gruppo Daimler, l’obiettivo comune dei due colossi tedeschi è quello di “unire la nostra esperienza e il nostro know-how per sviluppare un ecosistema unico e sostenibile per gli spostamenti urbani”.

“Il futuro della mobilità è nelle città” ha invece sottolineato Peter Schwarzenbauer, membro del Consiglio di Amministrazione di BMW AG.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia