19 Settembre 2012

La mobilità di domani parte dall’innovazione

Lo scorso 4 luglio è andato in scena l’Innovation Day di Alphabet, giornata dedicata al confronto con gli operatori sui temi della mobilità sostenibile, partendo dallo spunto offerto dalla diffusione dei veicoli elettrici. “Abbiamo pensato di creare questo evento perché stiamo gettando le basi della nuova Alphabet, nata dopo l’acquisizione di ING Car Lease. L’obiettivo di questa giornata è stato quello di coinvolgere e far incontrare i nostri clienti e gli attori del settore automotive più attivi sul fronte elettrico, così da farli poi convergere su quelli che sono i valori della nostra azienda”, spiega Giuseppe Sacchi, Marketing & Business Development Manager di Alphabet.

SONDAGGIO E INTERVENTI – Dal palco sono stati presentati i risultati del sondaggio sulla mobilità alternativa promosso da Alphabet su Quattroruote, da cui emerge come l’87% degli intervistati utilizzerebbe una vettura elettrica del parco aziendale, se i costi rimanessero i medesimi dei veicoli tradizionali. Inoltre, l’idea di integrazione tra l’uso abituale dell’auto aziendale e altri servizi come taxi o mezzi pubblici, ma anche biciclette o scooter (attraverso convenzioni), viene giudicata positivamente dal 74% del panel di riferimento. Numeri su cui Andrea Cardinali – CEO di Alphabet – ha chiesto di riflettere ai relatori, partendo da Alessandro Bartolini, responsabile del progetto e-moving di A2A, fornitore di servizi per l’energia elettrica nei comuni di Milano e Brescia: “Siamo persuasi del ruolo che svolgeranno le aziende nella diffusione della mobilità elettrica. Saranno loro, con le flotte, lo stimolo per l’ampliamento del mercato”. Silvia Acrocece, Project Manager BMW i, ha invece illustrato la filosofia che anima il project i: “Il tema della sostenibilità è centrale per il Gruppo BMW e BMW i diffonderà, attraverso questo sub-brand, veicoli a bassissimo impatto ambientale. Noi abbiamo adottato un approccio olistico alla sostenibilità. Non si tratta solo di ridurre a zero le emissioni, ma anche di controllare processi e materiali utilizzati e di creare un prodotto in grado di supportare un ciclo vitale prolungato nel tempo”. Un impegno a 360 gradi quello della Casa tedesca, che entro il 2013 lancerà sul mercato la BMW i3 e successivamente la BMW i8, due vetture nate dalla filosofia BMW i. E possiamo già supporre che Alphabet, che del Gruppo BMW è parte, giocherà un ruolo fondamentale per la loro diffusione.

UN’ELETTRICA IN PREMIO – Durante la giornata, è stato premiato con le chiavi di una Peugeot iOn uno dei partecipanti al sondaggio “Vivi il futuro della mobilità” promosso da Alphabet, e ha fatto da “madrina” Marzia Greco, responsabile Sviluppo Veicoli Elettrici PSA. Una partnership, quella tra la Casa francese e l’azienda di noleggio, che si rafforza sempre di più.

UN BATTESIMO VINCENTE –“La nuova Alphabet è nata con grande velocità, e credo che questa sia stata una scelta vincente. Il primo comandamento nel progetto di integrazione fra le due entità di origine è stato ‘speed is of absolute essence’ e devo dire che stiamo operando con una velocità davvero incredibile per integrare tutti i nostri processi e sistemi”. A margine dell’Innovation Day, questo è il commento di Andrea Cardinali, CEO di Alphabet e vicepresidente di Aniasa, sul recente matrimonio con ING Car Lease. Ma quale è stata la reazione dei clienti? “Molto positiva. Hanno visto subito i vantaggi: i clienti internazionali si rapportano con un interlocutore che ora copre ben 14 Paesi, mentre tutti usufruiscono di un’offerta di prodotti e servizi più ampia, con tutte le garanzie che oggi solo un azionista come BMW può continuare a offrire”

MEGLIO DEL PASSATO –Stiamo vivendo un anno cruciale, che rappresenta una forte discontinuità con il passato e segna l’inizio di una nuova era. La nuova Alphabet non somiglierà né alla ‘vecchia’ Alphabet né ad ING Car Lease, ed è questa la vera sfida per noi: costruire una nuova azienda, che abbia nel suo Dna il meglio di ciascuna delle due precedenti” ha sottolineato invece Maurizio Ceci, Post Merger Integration Director, responsabile del progetto di integrazione della stessa Alphabet Italia con la ex ING Car Lease.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia