16 Giugno 2020

Digitalizzazione e flessibilità per ripartire: ne parliamo con Roberto Sticca (Alphabet) | Fleet Talks ep. 23

Flessibilità nell’offerta e digitalizzazione dei processi del noleggio: due direttrici fondamentali in questo periodo così particolare che stiamo vivendo. Ne parliamo con Roberto Sticca, direttore operativo di Alphabet Italia.

Da una parte la digitalizzazione crescente, dall’altra offerte sempre più flessibili: sono questi due fattori chiave per la ripartenza post Covid. Ne abbiamo parlato con Roberto Sticca, direttore operativo di Alphabet Italia, ospite di questa puntata di Fleet Talks.

“Anche noi, come Alphabet, abbiamo cercato di supportare il sistema Paese” ha commentato Sticca, parlando dei mesi del lockdown.

FLEET TALKS EP. 23 – DIGITALIZZAZIONE E FLESSIBILITÀ: I MOTORI DELLA RIPARTENZA

LE STRATEGIE DI ALPHABET

In questo periodo di emergenza Coronavirus, Alphabet si è mossa, in particolare, in 4 direzioni. La prima mirata a garantire la sicurezza dei driver delle aziende clienti, oltre che quella dei dipendenti della società stessa, attraverso l’adozione di tutte le misure di sicurezza rese necessarie dal Covid e l’igienizzazione di tutti i veicoli in consegna. La seconda strategia ha visto l’offerta di servizi pensati per le nuove esigenze di mobilità temporanea, anche per coloro che non hanno la vettura aziendale.

Approfondisci: AlphaRent, il noleggio a breve e medio termine di Alphabet

Terzo punto fondamentale: la digitalizzazione, garantita attraverso la app Alphabet Mobility Services; e, infine, maggiore flessibilità contrattuale, offerta tramite “proroghe mirate e vantaggiose” e nuovi prodotti come Alphabet Care Zero Pensieri, un servizio che consente di estinguere il contratto anticipatamente e senza penali in caso di eventi particolari che impattano sulla vita della persona. “In questo periodo – aggiunge Sticca – i clienti ci hanno chiesto supporto e questa è stata sempre la nostra priorità”.

DIGITALIZZAZIONE

Un capitolo a se stante merita la digitalizzazione, che per Alphabet non è caratterizzata solo dallo smart working (“L’esperienza che avevamo acquisito ci ha consentito di lavorare in maniera molto efficace”), ma anche da processi e servizi rivisti in chiave virtuale.

“Tramite la nostra app, che è arrivata ad avere 20mila user, i nostri driver possono accedere a una serie di funzionalità in maniera semplice e diretta”.

La gestione digitale riguarda anche la fase di manutenzione e l’acquisizione del contratto, che può avvenire attraverso l’innovativo software Paperless 4.0, caratterizzato da riconoscimento facciale e firma digitale da remoto.

Alphabet strategia e-mobility

AUTO ELETTRICA

Per quanto riguarda un altro tema del momento, l’auto elettrica (leggi il nostro approfondimento), conferma Sticca, la strada era ormai tracciata già prima del Covid, anche se la crescita, come tutti sappiamo, è lenta.

In questo contesto, le Case hanno fatto investimenti importanti e Alphabet ha introdotto già da anni AlphaElectric, un ecosistema olistico per integrare gli EV all’interno della flotta.

NUOVE ESIGENZE POST COVID

“Questa pandemia ha riportato l’auto al centro della mobilità delle persone. Non è più solo un benefit e uno strumento di lavoro, ma come il mezzo di trasporto che ci offre la maggiore di sicurezza” conclude Sticca.

Per questo, ci sarà una sempre maggiore richiesta dell’auto privata, per spostamenti più brevi. Un fattore che favorirà, da una parte, la mobilità elettrica, dall’altra la micromobilità. E questo quadro, il noleggio continuerà ad avere un ruolo centrale.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia