3 Ottobre 2017

Sicurezza stradale: i driver non si preoccupano del parabrezza

Il più delle volte viene inteso come un elemento scontato, non considerandone invece la valenza sul piano della sicurezza stradale.

Il parabrezza è la finestra attraverso cui l’automobilista mantiene il contatto con quanto gira intorno al veicolo. Deve perciò essere mantenuto pulito.

La pulizia del parabrezza è un fattore che incide sulla sicurezza stradale

Vi sono però da considerare anche i fattori in grado di incidere sul mezzo in vari momenti della giornata e dell’anno (ad esempio, le condizioni climatiche), nonché la crescente applicazione, estesa a questa componente dell’auto, di tecnologie studiate per sostenere il driver mentre guida (il gruppo di dispositivi identificati dall’acronimo inglese ADAS).

Per definire un parabrezza sicuro occorrono pertanto altre due condizioni oltre alla nitidezza: deve essere integro (non bisogna tralasciare le piccole scheggiature, che con il tempo potrebbero trasformarsi in crepe e quindi in vere e proprie rotture) e calibrato professionalmente da uno specialista del settore.

Leggi anche: Il driver è il primo nemico di se stesso

L’ANALISI SU UN AMPIO CAMPIONE DI INTERNAUTI

Queste sono, sulla carta, le accortezze richieste ad ogni automobilista coscienzioso. Ma nella pratica che cosa avviene? I driver hanno fatto propria la “lezione” sulla sicurezza stradale?

Carglass, coadiuvato dalla società Blogmeter, ha provato a rispondere ai quesiti di cui sopra, facendo analizzare oltre 80mila conversazioni sull’argomento scambiate sulle piattaforme social (Facebook, innanzitutto, con una quota del 50,8%), su forum, blog e nella sezione “commenti” di alcuni siti di informazione.

Approfondisci: quattro consigli per salvare il parabrezza dalla neve

Il quadro emerso non è affatto rassicurante. Solo il 2,3% del campione, infatti, ha associato i termini “cristalli auto” e “sicurezza stradale”, anche se i parabrezza intelligenti e i già citati ADAS appaiono indicati come un valido ausilio, tralasciando tuttavia il “rovescio” della medaglia, la possibilità che si trasformino da elemento di impedimento a fattore scatenante di un incidente nel caso di danneggiamento della superficie.

LA COSTRUZIONE DI UNA GIUSTA CONSAPEVOLEZZA

La conclusione a cui è giunta l’analisi promossa da Carglass è che, se da un lato gli automobilisti italiani si mostrano attenti a quanto ruota intorno alla manutenzione dell’auto – usura di pneumatici e freni, innanzitutto -, dall’altro difettano ancora della giusta consapevolezza quanto si parla di parabrezza, che pure contribuisce per una quota significativa (si parla di 1/3 del totale nei modelli più recenti) alla stabilità complessiva del mezzo.

sostituzione-vetri-carglass

Per completezza di informazione annotiamo che il tema della sicurezza stradale appare declinato nelle conversazioni online principalmente sul fronte cosiddetto “Educational”.

La tecnologia applicata all’industria automotive si ricava uno spazio rilevante, così come il dibattito intorno all’utilizzo alla guida dello smartphone, che si mescola in materia alle novità annunciate nel testo del nuovo Codice della Strada.

Quando si parla di sicurezza stradale viene ascritta una grande importanza alla connettività.

Leggi anche: occhio a gennaio, è il mese più “a rischio” per i vetri della tua auto

Alludiamo alla capacità di far dialogare costantemente l’auto con il proprio telefono cellulare, accrescendo nel contempo sempre più il senso di protezione dei driver.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia