Colori della carrozzeria auto, gli italiani sono “conservatori”: vince il grigio

Il detto recita, pur con significato del tutto diverso, “farne di tutti i colori”. Non accade tuttavia così nel campo automotive. Questa è almeno l’indicazione che si ricava da un’analisi a cura del Centro Studi e Statistiche dell’UNRAE – l’associazione che riunisce le case costruttrici estere -, secondo cui oltre un terzo delle vetture immatricolate nei primi sei mesi dell’anno presentano una carrozzeria grigia.

Completano il podio delle tonalità preferite dai nostri connazionali due cromie direttamente contrapposte: il bianco (scelta compiuta nel 28% dei casi) e il nero (attestato sul 15%).

Verniciature preferite delle auto

Perde invece terreno un colore passionale come il rosso, in un Paese come l’Italia dove i motori rappresentano ancora una sorta di “fede laica”: è solo quinto, staccato di due punti percentuali dall’azzurro (8% vs 6%), seguito, un po’ a sorpresa, dal marrone (5%).

L’analisi condotta rimescola in qualche modo le carte rispetto a uno studio compiuto oltremanica da una concessionaria plurimarca britannica (JTC600). Per i sudditi di Sua Maestà la Regina Elisabetta II la triade vincente è risultata infatti la seguente: nero-blu-rosso, con percentuali di preferenza pari rispettivamente al 20%, 17% e 11%. Nelle posizioni immediatamente seguenti si trovano invece rosso, argento e bianco.

SULLA SCELTA DEI COLORI DELLA VERNICIATURA DELL’AUTO PESA L’ETÀ DEI CLIENTI 

“Paese che vai, usanza che trovi”, quindi? Non sta a noi giudicare. Quello che possiamo limitarci a fare è sottolineare alcune differenze che sono emerse nel momento di analizzafe i risultati per tipologia di acquirente.

Diciamo subito che il grigio occupa saldamente la testa della classifica, sia che si tratti di clienti privati così come del canale noleggio. La scala delle tonalità metalliche se la gioca da vicino con il bianco quando ci spostiamo nel settore delle flotte aziendali (lo scarto è di meno di un punto percentuali, 0,6%)

Leggi anche: Qual è la tonalità che fa impazzire i fleet manager?

Se concentriamo lo sguardo sull’anno di nascita degli intervistati, notiamo come i rapporti di forza si invertano leggermente nel caso dei più giovani e degli adulti di età compresa tra 46-55 anni. Il grigio torna comunque protagonista indiscusso della scena proporzionalmente al salire delle primavere (alludiamo all’intervallo 56-65 anni, nonché agli over rispetto alla quota massima) e con riferimento al gruppo 30-45 anni.

La distinzione infine per area geografica evidenza la duplice anomalia del Centro Italia e delle Isole, che sposano la tonalità del bianco, affiancato sul podio da grigio e nero.

LE TENDENZE PER L’EUROPA ANTICIPATE DA BASF

Sin qui abbiamo parlato del nostro Paese e del presente. Se tuttavia decidessimo di allargare lo sguardo oltreconfine e di là nel tempo, indicazioni interessanti arrivano dallo “Automotive Color Trends” di BASF, la proiezione realizzata dall’azienda chimica tedesca sulle nuove tonalità di vernice richieste sulle vetture in arrivo sul mercato auto nei prossimi anni.

Guarda: BASF e le altre aziende di Fleet Portal partner del Fleet Motor Day 2017

La paletta (intesa come ventaglio di soluzioni cromatiche) realizzata da uno dei sei partner della piattaforma Fleet Portal presenta 65 sfumature.

BASF ha anticipato alcuni dei colori della carrozzeria auto che spopoleranno in Europa

Tra queste, le due principali candidate al ruolo di capofila in Europa sono l‘oro bianco (indicato come la scelta di quanti intendono conferire un tocco luxury alla propria auto) e il verde-giallo opaco (sfumatura pensata per non passare inosservati).

Anche il color mattone leggero percorso da riflessi rosso pastello è accreditato di un possibile successo sulla piazza del Vecchio Continente, accompagnato da una particolare variante di grigio antracite scuro in grado di riflettere la luce solare, impedendo così il surriscaldamento dell’abitacolo.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia