Il Rent-a-car reagisce a Covid. Nuovi servizi per gestire l’emergenza

Il noleggio a breve termine cerca di ridurre i danni per tornare operativo quando l’emergenza sanitaria sarà passata. Viene mantenuta l'operatività quando serve (come per le consegne a domicilio). Ecco la posizione dell'associazione di categoria Aniasa e quella di alcune aziende.

Abbiamo chiesto a Giuseppe Benincasa, Direttore Generale di Aniasa, e ad alcune aziende che operano nel Noleggio auto a breve termine come stanno reagendo alla situazione di emergenza sanitaria nazionale.

L’emergenza Coronavirus è gestita con razionalità, pensando a limitare i danni e a come tornare in campo quando la situazione sanitaria si sarà risolta.

NOLEGGIO A BREVE TERMINE E CORONAVIRUS

I dati sono impietosi e non poteva che essere così: “Al momento siamo al -80% sull’anno precedente, ma non chiudiamo: nessuna delle nostre associate chiude”, afferma Benincasa. Tutte le strutture sono messe in ibernazione, ma non smantellate.

“Superata l’emergenza e facendo il nostro dovere le attività riprenderanno, dobbiamo solo gestire il contenimento dei costi e evitare ricadute pesanti sul versante occupazionale”, spiega Benincasa. Le aziende intervengono come da indicazioni governative, non perdono la calma.

Tutto il personale è coinvolto: “Le direzioni generali lavorano da casa in smart working, i punti di noleggio per ora sono aperti, con presenze e orari ridotti, rispettando le indicazioni governative”.

Leggi anche:  Coronavirus: i primi effetti negativi sull’autonoleggio

I limiti al noleggio

 Chi noleggia un’auto deve firmare la liberatoria prevista dal Governo per attestare che si sta muovendo per inderogabili motivi, come previsto anche per chi si sposta su auto private.

Tutte le macchine sono sottoposte a igienizzazione dopo ogni noleggio. Nei giorni precedenti all’ultimo Decreto, alcune provenienti dalla ex zona rossa sono state fermate.

Il ruolo di Aniasa

Per ora gli uffici di Aniasa sono semi deserti ma ancora aperti, presto però tutti saranno a casa in smart working per fronteggiare al meglio l’emergenza sanitaria.

“Stiamo lavorando a tutti gli accordi sindacali per gli ammortizzatori sociali e per coordinarci con le istituzioni, Viminale e Governo per una corretta esecuzione del Decreto. Poi andremo a casa”, spiega Benincasa. Due per ora i punti principali, quindi: garantire supporto ai lavoratori e coordinarsi con le istituzioni.

LE AZIENDE DEL RENT-A-CAR

Le aziende del Noleggio a breve termine si sono subito attivate per l’igienizzazione delle vetture e per rassicurare i loro clienti. Molti i rimborsi per i mancati viaggi. Nessuno incoraggia viaggi superflui, piuttosto si pensa a limitare i danni e a riorganizzare il business per rendersi utili in questo difficile frangente. Ad esempio, mettendo a disposizione la flotta dei veicoli commerciali per le consegne a domicilio.

HERTZ ITALIA

Hertz mette a disposizione il programma di noleggio “Hertz per gli Eroi, dedicato alle categorie impegnate in prima linea: Operatori sanitari, Protezione Civile, Volontari e Forze dell’Ordine. Il programma sarà valido fino al 30 giugno 2020.

Hertz per gli eroi

Hertz per gli Eroi garantisce su auto e furgoni il massimo della flessibilità: noleggi mensili, ma anche di una sola settimana o pochi giorni. Comprende:

  • percorrenza chilometrica a partire da 100 km al giorno
  • gratuità del guidatore aggiuntivo
  • servizio Delivery & Collection, che prevede consegna e riconsegna del veicolo presso un indirizzo alternativo diverso dall’agenzia Hertz

 “Tenendo conto della continua evoluzione della diffusione, abbiamo pensato ad una formula che prediligesse la flessibilità del servizio. Da parte nostra continuiamo ad attenerci alle indicazioni delle autorità competenti, ricordandole agli Ospiti e ad adottare tutte le precauzioni per rendere sicura l’attività dei nostri operatori sul territorio”.
Massimiliano Archiapatti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Hertz Italia

Gli utenti dovranno richiedere l’attivazione della tariffa speciale su hertz.it/eroi e presentare al momento del noleggio il proprio tesserino di riconoscimento, oltre ad una carta di debito o di credito personale, come già previsto dalle condizioni generali Hertz. Sarà possibile scegliere un’auto o un furgone all’interno di un’ampia gamma di modelli per ogni necessità di mobilità, presso una delle agenzie operative su tutto il territorio nazionale. 

Mantenere l’operatività

In generale, Hertz è operativa sull’intera rete ma con delle limitazioni, in termini di orari di apertura, in alcune location. Sin da subito ha adottato misure straordinarie di sanificazione ed igienizzazione dei veicoli (in aggiunta ai consueti lavaggi interni ed esterni) fornendo salviettine disinfettanti a bordo, oltre a dispenser con gel disinfettante presso le agenzie.

Hertz Italia

Per questo gli spostamenti necessari effettuati all’interno di un veicolo a noleggio Hertz, sono più sicuri rispetto all’utilizzo dei mezzi di trasporto collettivi.

Leggi anche: L’auto privata è sicura: inutile viaggiare con la mascherina

In settore dei veicoli commerciali rimane uno dei punti di forza di Hertz, con una gamma molto articolata con soluzioni specifiche che permette di rispondere alla crescente richiesta di molti riguardo il trasporto di medicinali, consegna di alimenti e generi di prima necessità a domicilio con furgoni di tutti i pesi e misure, anche elettrici per l’ingresso in zone a traffico limitato e/o coibentati per il trasporto isotermico di alimenti e merci deperibili. Tutto ciò consente di mantenere l’operatività nel segmento business.

Hertz resta in contatto con le Autorità Italiane – comprese quelle locali ed aeroportuali – per garantire il rispetto delle indicazioni sanitarie e preservare la continuità del servizio.

AVIS BUDGET GROUP

Noleggio breve termine Avis

Dichiara Avis: “La salute dei nostri clienti e del nostro personale è una priorità per il nostro Gruppo e stiamo mettendo in atto delle misure per garantirne la sicurezza, monitorando attentamente le indicazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità volte a contrastare la diffusione del Coronavirus.

Stiamo incoraggiando la regolare detersione e l’impiego di disinfettanti per le mani, e abbiamo migliorato le già efficienti tecniche di pulizia delle nostre vetture dopo ogni noleggio. In particolare, stiamo prestando particolare attenzione a tutte quelle aree della vettura che entrano maggiormente a contatto con le persone ovvero il volante, le maniglie delle portiere, il cambio e altre superfici del cruscotto”.

Indicazioni per i clienti

I clienti che hanno necessità di rivedere il proprio itinerario di viaggio a causa degli obblighi previsti per il contrasto alla diffusione del Coronavirus, potranno gratuitamente modificare o cancellare la propria prenotazione senza l’addebito di alcuna penale.

I clienti che hanno prenotato i servizi di Avis attraverso intermediari e broker sono invitati a contattare gli operatori medesimi per poter individuare la migliore soluzione nel caso in cui il proprio viaggio sia a rischio.

Il consiglio per i clienti è di mantenersi aggiornati rispetto alle indicazioni rilasciate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e il Ministero della Salute, facendo comunque conto sulla nostra organizzazione e sulla disponibilità dei nostri incaricati per ogni domanda.

EUROPCAR MOBILITY GROUP

Dall’inizio dell’anno, Europcar Mobility Group sta monitorando la sua esposizione – sia dal punto di vista della salute dei dipendenti che da quello del business – grazie ad un team multidisciplinare che opera sotto la guida del Management Board. 

Europcar Mobility Group

Il Gruppo sta monitorando quotidianamente l’evolversi della situazione e valutando gli impatti sul business di una eventuale espansione dell’epidemia; adotterà di conseguenza tutte le misure necessarie prima dell’alta stagione, potendo contare su un modello flessibile di approvvigionamento della flotta. Il Management resta focalizzato sull’implementazione della strategia del Gruppo.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia