Nuova Volkswagen Polo 2017 proietta nel futuro, aspettando il B-Suv
 

Road to Frankfurt: nuova Volkswagen Polo 2017, comincia il countdown


Per il momento la platea dei non addetti ai lavori dovrà accontentarsi degli scatti legati alla sua presentazione ufficiale a Berlino. Il debutto sul mercato italiano della nuova Volkswagen Polo 2017, sesto acuto in quarantadue anni di storia di questo modello di segmento B, non è previsto infatti prima dell’autunno prossimo.

La silhouette più spigolosa della nuova Volkswagen Polo 2017

Era dal 2009 che il Marchio di Wolfsburg non metteva più mano alla sua utilitaria, di cui sino ad oggi sono stati commercializzati qualcosa come 14 milioni di esemplari in tutto il mondo.

La differenza più evidente a occhio nudo tra quella generazione – la quinta dal lancio nel 1975 – e quella ora “ai nastri di partenza” consiste nelle dimensioni.

L’ultima arrivata, costruita anch’essa sulla piattaforma modulare MQB A0 inaugurata con Seat Ibiza, guadagna dieci centimetri in lunghezza, sfondando così il tetto dei 4 metri complessivi (4.053 m vs 3,97 m).

Il passo potenziato di 53 mm si riflette, tra gli altri, sul comfort e sulla abitabilità degli interni, che non avevano mai raggiunto livelli così alti, al pari del bagagliaio, la cui portata è cresciuta di 71 litri rispetto ai 280 litri del modello uscente.

La nuova Volkswagen Polo 2017 sembra ormai avviata sulle orme della cugina più grande, l’auto più venduta da sette anni consecutivi in Europa se si eccettua l’anomalia rappresentata dal mese di marzo 2017. Già ora ha raggiunto gli ingombri della quarta generazione della compatta tedesca, qualificandosi di fatto come una “piccola Golf”.

Leggi anche: Volkswagen si è convertita al trasporto intelligente

SULLA STESSA IMPRONTA ANCHE UN B-SUV

Sin qui non vi stiamo però dicendo nulla che non avreste potuto apprendere da una qualsiasi delle riviste specializzate dedicate all’industria automotive, dove avrete anche letto che l’utilitaria sarà proposta nella sola versione cinque porte.

Quel che forse è interessante sottolineare in questa occasione è che, dalle notizie che circolano ancora in questo momento, la nuova Polo dovrebbe condividere parte della propria meccanica, la piattaforma e la linea di produzione in Spagna con uno Sport Utility Vehicle di piccole dimensioni, assecondando così una tendenza che identifica nei cosiddetti “B-SUV” una delle direttrici più importanti per la crescita del mercato di settore.

Basti guardare alle anticipazioni riguardanti il prossimo Salone di Francoforte, il momento espositivo biennale che per questo 2017 si darà il cambio con Parigi.

Uno scatto in azione per la nuova Volkswagen Polo 2017

IL COMPITO DELLA NUOVA VOLKSWAGEN POLO 2017

“La Polo andrà a confrontarsi in un segmento affollato, contro rivali come la rinnovata Ford Fiesta o la Renault Clio – ha rilevato  Herbert Diess, chairman del Board of Management del brand Volkswagen -. Il nostro intento è di aumentarne progressivamente la quota di mercato”.

Secondo le stime formulate dal Marchio di Wolfsburg, le consegne nell’area del Vecchio Continente dovrebbero salire in otto anni dalle 293.700 unità preventivate per l’anno corrente alle 368mila immaginate per il 2015.

La nuova Volkswagen Polo 2017 inaugura ufficialmente un’offensiva di prodotto per il Brand tedesco. A un mese dal suo lancio, è infatti atteso sul mercato T-Roc, il SUV compatto che proverà a contendere la piazza alla cugina Seat Ateca e al Compass firmato da Jeep.

Leggi anche: Volkswagen prevede di lanciare 19 nuovi SUV entro il 2020

Non resterà a lungo da sola. Entro la fine del 2018 si parla infatti dell’arrivo della seconda generazione della Touareg, nonché di una novità assoluta, una B-SUV conosciuta oggi come “T-Cross”.

Per tutte le info sul Salone di Francoforte clicca qui!

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*