9 Gennaio 2018

Hyundai NEXO: “seconda vita” per le fuel cell a idrogeno

Il palcoscenico del CES (Consumer Electronics Show) 2018, in corso sino al 12 gennaio prossimo a Las Vegas, ha ospitato l’anteprima mondiale di Hyundai NEXO.

È il nome attorno a cui il costruttore coreano continuerà a costruire la propria strategia orientata alla produzione di veicoli “eco-friendly”, che già nel 2017 è valsa al Marchio asiatico il secondo posto assoluto in termini di vendite.

VIDEO: IL REVEAL DI HYUNDAI NEXO AL CES 2018 (dal minuto 14 in avanti)

https://www.youtube.com/watch?v=dbiFJP1eD18

Il Suv fuel cell a idrogeno di nuova generazione, chiamato in Italia a fare compagnia all’ix35, inizierà ad essere commercializzato in alcuni mercati a livello mondiale (non è ancora stato specificato quali) già nella prima parte di quest’anno.

Leggi anche: La presentazione a Seul del concept alla base di Hyundai NEXO

Vanta un’autonomia dichiarata su strada di circa 600 chilometri (370 miglia), un terzo in più rispetto al passato (il raffronto fatto dal costruttore è con il Tucson FCEV).

PER HYUNDAI NEXO UN’ARCHITETTURA SPECIALE 

Il vento di innovazione che accompagna Hyundai NEXO si respira a partire dall’architettura di base. Si tratta infatti, per la prima volta nella storia della Casa di Seul, di una piattaforma espressamente dedicata a questo modello.

I “plus” attribuiti alla seconda generazione della tecnologia fuel cell applicata all’industria automotive sono svariati. Riassumiamo i principali:

  • maggiori dimensioni dell’abitacolo;
  • posizionamento ottimizzato delle batterie nel bagagliaio;
  • peso complessivo ridotto (grazie anche al lavoro sul gruppo propulsore);
  • rapporto peso/potenza migliorato, così come i serbatoi per lo stoccaggio dell’idrogeno.

I LIVELLI DI PERFORMANCE E FUNZIONALITÀ 

Da quanto sopra, Hyundai NEXO trae beneficio a livello di doti dinamiche. Lo Sport Utility Vehicle di prossimo lancio sul mercato è in grado di accelerare più rapidamente da 0 a 100 km, con un risparmio del 20% del tempo rispetto al modello assunto per il confronto.

Oltre alla coppia, potenziata, si segnala che la durata del motore è equiparabile a quella di un propulsore tradizionale a combustione interna (benzina/gasolio).

Il rifornimento completo su Hyundai NEXO richiede massimo cinque minuti.

UN “PIENO” DI TECNOLOGIE UTILI E SALVA-VITA

Notabili anche le dotazioni di bordo, come i sistemi di assistenza alla guida (ADAS). Troviamo infatti:

  • il Blind-spot View Monitor (BVM), che funziona su ambo i lati del veicolo;
  • l’assistente che garantisce il mantenimento della corsia di marcia (Lane Following Assist – LFA), novità assoluta al debutto su NEXO;
  • l’Highway Driving Assistant (HDA), che sovrintende, ad esempio, al rispetto dei limiti di velocità;
  • il Remote Smart Parking Assist, che abilita il mezzo a collocarsi autonomamente in uno stallo, così come ad uscirne, indipendentemente dalla presenza a bordo del conducente.

La presentazione dell’innovativo Suv fuel cell a idrogeno di Hyundai si inserisce all’interno della strategia del Marchio coreano, che ha annunciato di voler lanciare 18 nuove soluzioni eco-friendly entro il 2025.

Leggi anche: Come sarà composta la gamma 2018 di Hyundai

Hyundai NEXO rappresenterà inoltre, nelle vesti di ambasciatore ideale, una sorta di manifesto dell’impegno della Casa di Seul nel campo della “clean mobility”, uno dei suoi tre pilastri d’azione accanto a “connected vehicles” e “freedom in mobility”.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia