Super ammortamento auto 2018: appello congiunto al Governo

A nome dell’intera filiera automotive cinque associazioni (ANFIA, ANIASA, ASSILEA, FEDERAUTO e UNRAE) sono scese in campo per chiedere al Governo di emendare il testo del Disegno di Legge di Bilancio, che esclude dal novero dei beni soggetti all’agevolazione fiscale del super ammortamento 2018 i “veicoli strumentali”, ossia utilizzati nell’attività propria delle imprese.

Come funziona il Noleggio a lungo termine

A parere delle scriventi la disposizione di cui sopra rappresenta un “vulnus” (dal latino “danno”) a cui porre rimedio, così da evitare, da un lato, “una discriminazione settoriale”, mentre, dall’altro lato, “di incidere molto negativamente su tutto il comparto a danno del sistema economico italiano”.

Approfondisci: cosa dice il DdL Bilancio 2018 sul Super Ammortamento

NO AL SUPER AMMORTAMENTO AUTO 2018: QUANTO “VALE”

Dall’industria automotive discende l’11% del PIL del nostro Paese. Si tratta di un’area che impiega più di 1,2 milioni di professionisti, tra forza lavoro diretta e indiretta.

Le cinque associazioni che hanno fatto sentire la propria voce in rappresentanza di quest’indotto lamentano che la mancata estensione del super ammortamento alle autovetture nella loro valenza di beni strumentali possa comportare una serie di ricadute negative.

Secondo le loro valutazioni si inserirebbe un freno non solo rispetto alla politica di rinnovo del parco in circolazione e di crescita della sicurezza stradale, ma anche con riferimento agli obiettivi di sostenibilità ambientale di cui alla Strategia Energetica Nazionale 2017 recentemente presentata.

Leggi Anche: L’importanza del super ammortamento auto per una mobilità “green”

Differenze tra noleggio a breve e lungo termine

NO AL SUPER AMMORTAMENTO AUTO: LE CONSEGUENZE

Lo abbiamo detto più volte e lo ripetiamo in questa sede. quali sono i principali rischi a cui si espone l’industria di settore nel caso in cui la situazione rimanesse immutata rispetto al disegno di legge?

Al calo negli ordinativi, non più sostenuti dall’agevolazione, è destinata ad accompagnarsi una minor vivacità da parte del comparto del noleggio a lungo termine.

Approfondisci: I vantaggi del super ammortamento

I suoi effetti dovrebbero tuttavia tardare a vedersi. L’acquisto effettivo dei veicoli è infatti consentito sino al 30 giugno 2018, a patto però che la richiesta sia stata accettata dal fornitore nel corso del presente anno e che entro il limite segnato sia stato versato un acconto pari almeno al 20% del totale.

Ne deriverà a cascata una minor capacità, da parte del noleggiatore, di poter riversare sulla clientela, sotto forma di condizioni economiche particolarmente vantaggiose e di un più ampio ventaglio di servizi, gli effetti benefici legati alla misura fiscale.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia