La rivoluzione di CartissimaQ8 traina anche l’autonoleggio

Sotto l’etichetta commerciale che l’accompagna racchiude uno scenario in forte evoluzione, che corre parallelo all’evidente espansione nel settore dell’autonoleggio.

Abbiamo incrociato il mondo di CartissimaQ8, la fuel card di Kuwait Petroleum Italia, in occasione dell’Assemblea annuale di ANIASA e della presentazione del 16° Rapporto curato dall’Associazione, riservato ai dati dell’anno 2016. Un appuntamento a cui la oil company ha partecipato nella qualità di sponsor.

I numeri comunicati nell’occasione fotografano un ottimo stato di salute, come già nei dodici mesi precedenti, archiviati anch’essi con un consuntivo totale in forte incremento.

VIDEO: INTERVISTA A FABIO CURTACCI, MANAGER VENDITE CARTE – KUWAIT ITALIA

LA RIVOLUZIONE DELLA FUEL CARD

“Sia che il nostro referente rappresenti una società di noleggio o una qualsiasi società chiamata a gestire la propria flotta aziendale, noi ci focalizziamo sempre sul driver – ha dichiarato Fabio Curtacci, Manager Vendite Carte di Kuwait Petroleum Italia -. Il nostro obiettivo è quello di trasformare l’esperienza di acquisto del driver, rendendola la più semplice possibile”.

Un importante traguardo in questa direzione è stato raggiunto da Q8 pochi mesi fa, nel febbraio scorso, con la smaterializzazione della carta carburante CartissimaQ8.

Ora il compito per la oil company, da svolgersi di concerto con le società di noleggio, consiste nello sviluppare modalità di integrazione della piattaforma tecnologica di Kuwait Petroleum Italia con le varie applicazioni già a disposizione del driver.

Fine dichiarato è, ancora una volta, l’offerta alla clientela di soluzioni personalizzate e di un’esperienza di utilizzo dei tool che sia il più possibile facile, intuitiva e veloce. “Con due click potremmo utilizzare, ad esempio, una stessa App per diverse funzionalità, ad esempio per prenotare il tagliando della vettura e  per fare rifornimento”, ha aggiunto Curtacci.

carte-carburante-q8-sede

SEGUIRE IL CAMBIAMENTO, UN MANTRA PER L’AZIENDA

Secondo il Manager Vendite Carte di Kuwait Petroleum Italia, “le fuel card coglieranno – ma già lo stanno facendo oggi – tutte le opportunità che la tecnologia metterà a disposizione. Non è un caso che, nel momento di definirle, sempre più spesso le indichiamo come ‘sistema di spesa’ e non come semplici carte carburanti”.

APPROFONDISCI:

Curtacci ha quindi aggiunto: “Due anni fa avevamo rinnovato completamente la nostra offerta, grazie ad investimenti tecnologici, creando un nuovo strumento di pagamento veicolato da  un pezzo di plastica. A febbraio di quest’anno abbiamo sostituito le carte fisiche con una modalità di pagamento tramite  cellulare. È probabile quindi che il  futuro ci riserverà altre sorprese”.

Per l’azienda, ha confermato il Manager Vendite Carte di Kuwait Petroleum Italia, il concetto di cambiamento rappresenta una sorta di “ossessione”, tanto che la oil company non smette di guardare attentamente e con interesse ad ogni nuova soluzione che in qualche modo arrivi a modificare il paradigma della mobilità.

Noleggio auto 2016 conferenza Rapporto Aniasa

Tra i fenomeni monitorati più da vicino c’è il car sharing, settore in cui la oil company può contare in Italia sulla fornitura in esclusiva alla flotta di car2go.

Quanto invece alla categoria dell’autonoleggio, in cui  Kuwait Petroleum riveste un ruolo fondamentale, la rivoluzione introdotta nelle fuel card “ci sta aiutando ad accompagnare il processo di espansione delle società di leasing. Come è stato illustrato nel corso dell’Assemblea di ANIASA, il noleggio a lungo termine, e il noleggio veicolo più in generale, in passato esprimeva il suo potenziale solo nelle grandi flotte. Oggi, invece, cerca numeri incrementali in settori ed in ambiti in cui non era mai stato presente”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia