Diventa realtà Share Now, il più grande Car Sharing Free Floating al mondo

Arriva Share Now, dalla fusione di car2go e DriveNow, la più grande piattaforma di car sharing free-floating al mondo. Il nuovo servizio, dedicato alla mobilità sostenibile si aggiunge ad altre 4 società di mobilità, nate alla joint venture tra BMW Group e Daimler AG.

L’unione di car2go e DriveNow si concretizza con la nuova app Share Now (disponibile dal 12 novembre 2019). Contemporaneamente viene lanciato il nuovo sito web www.share-now.com. Le flotte dei due operatori si uniscono per fare di Share Now il più grande car sharing a flusso libero al mondo.

Share Now: la joint venture tra car2go e DriveNow, ecco la nuova flotta

Attivo in 30 città distribuite in Europa e Nord America, Share Now fa affidamento su una flotta di oltre 20.000 veicoli e 4 milioni di clienti attivi.

COSA CAMBIA PER I CLIENTI

Nel corso delle prossime settimane, i clienti DriveNow saranno sollecitati a passare alla nuova app Share Now, mentre i clienti car2go dovranno semplicemente aggiornare la propria app.

Il cambiamento più importante avverrrà nelle città in cui sia car2go che DriveNow hanno finora operato distintamente, fra cui anche a Milano. Entro  il primo trimestre del 2020, le flotte di entrambi i servizi verranno gradualmente unite. Al termine di questo processo di fusione delle flotte, i veicoli potranno essere prenotati utilizzando esclusivamente l’app Share Now . Vienna sarà la prima location in cui Share Now avvierà l’integrazione delle flotte. In Italia i veicoli Mini, Bmw e Smart saranno prenotabili sulla app Share Now a partire dall’inizio del 2020. Fino ad allora l’app di DriveNow potrà essere utilizzata come sempre.

SHARE NOW, IL NUOVO LEADER GLOBALE NEL CAR SHARING

Share Now nasce dall’obiettivo di soddisfare i bisogni di mobilità delle persone, riducendo il traffico e le emissioni nelle città: un veicolo condiviso, infatti, può sostituire fino a 8 auto private.

Share Now: la joint venture tra car2go e DriveNow

La nuova società di car sharing congiunta sarà guidata da Oliver Reppert, già CEO di car2go, che sulla fusione tra DriveNow e car2go ha detto: “Grazie all’unione delle esperienze e delle risorse dei due potenti servizi di car sharing originari, con Share Now saremo in grado di sviluppare maggiormente la nostra crescita, convincendo sempre più persone ad adottare la nostra soluzione flessibile per muoversi nelle città”.

Leggi anche: come funzionano deducibilità e detraibilità nel car sharing

DUE APP UN UNICO SERVIZIO

I clienti di ciascun servizio potranno decidere di noleggiare una qualsiasi auto dei brand BMW, Mercedes-Benz, Smart e Mini da entrambe le applicazioni. 

Inoltre, chi è registrato su uno dei due portali, può iscriversi gratuitamente all’altro. Fin da subito tutti i veicoli del nuovo servizio di car sharing apporteranno i marchi di car2go, DriveNow e Share Now, per rendere più diretta la transizione ad un unico brand. Dopo questo periodo di armonizzazione, infatti, anche le applicazioni esistenti saranno sostituite da un’unica app di car sharing.

SHARE NOW E LA MOBILITÀ ELETTRICA

Fulcro centrale di questa fusione è sicuramente la diffusione della mobilità elettrica, di cui Share Now si fa portavoce, contando 4 città completamente elettriche e altre 13 location parzialmente elettriche, con ben 3.200 veicoli a zero emissioni.

Approfondisci: quanto costa il car sharing di car2go

Grazie a questa fusione, comunque, Share now è il più grande operatore di car sharing free floating elettrico.

MOBILITY JOINT VENTURE TRA BMW GROUP E DAIMLER AG

Il 22 febbraio 2019 è stata ufficializzata la joint venture costituita da BMW Group e Daimler AG che si fa promotrice di 5 nuovi servizi per la mobilità:

  • Share Now: servizio di car sharing dei brand BMW, Mercedes-Benz, Smart e MINI.
  • Reach Now: tutti i servizi legati alla mobilità (car sharing, ride -hailing, trasporto pubblico, noleggio biciclette) in un’unica piattaforma multimodale.
  • Charge Now: servizio di colonnine di ricarica elettrica.
  • Park Now: l’app che ti consente di trovare, prenotare e pagare il parcheggio.
  • Free Now: servizio taxi.

Le 5 nuove società di mobilità beneficeranno di risorse tecnologiche di altissimo livello e dell’esperienza reciproca in quanto le più rinomate aziende automobilistiche al mondo, mantenendo comunque la loro autonomia all’interno della mobility joint venture. Questi 5 nuovi servizi, dedicati interamente alla mobilità urbana, rappresentano un concreto passo verso un futuro sostenibile e connesso.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia