6 Aprile 2020

Coronavirus: le iniziative di Arval Italia per fronteggiare l’emergenza

Donazioni e forniture gratuite di veicoli: così Arval Italia sta sostenendo la lotta contro il Covid-19. Ecco tutte le iniziative comunicate dalla società di noleggio.

Arval Italia ha annunciato alcune iniziative per fronteggiare l’emergenza Coronavirus: la società di noleggio ha donato 100.000 euro a enti e associazioni che operano nei territori in cui lavorano la maggior parte dei suoi collaboratori e ha fornito gratuitamente 55 veicoli della propria flotta a realtà in prima linea, tra cui associazioni di volontariato, aziende sanitarie locali, operatori sanitari e aziende operanti nel settore medicale.

sede Arval Italia Scandicci

Ennesima dimostrazione di come i noleggiatori stiano scendendo in campo per contrastare il Covid-19 in questo periodo di lockdown totale del Paese.

LE INIZIATIVE DI ARVAL NELL’EMERGENZA CORONAVIRUS

LOMBARDIA

In particolare, l’impegno di Arval si è concentrato in Lombardia (l’azienda ha una sede ad Assago, alle porte di Milano, dove lavorano oltre 500 persone): qui l’azienda ha voluto contribuire al fondo “Regione Lombardia-Sostegno emergenza Coronavirus” per l’acquisto di materiali indispensabili, come mascherine, tute protettive, disinfettanti e strumentazioni necessarie alle strutture sanitarie, ai medici, agli infermieri e al personale ospedaliero.

Inoltre, la società ha sostenuto le attività sanitarie e di ricerca sul Coronavirus della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia.

Leggi anche: il futuro della mobilità secondo la società di noleggio

TOSCANA

Dall’altra parte Arval ha il suo headquarter a Scandicci (Firenze) in Toscana, dove impiega circa 600 collaboratori: qui la società di noleggio ha scelto di dare il proprio sostegno al fondo di emergenza “Emergenza Covid-19 – Io dono, tu doni, noi vinciamo”, creato proprio dal Comune di Scandicci e finalizzato all’acquisto di attrezzature per il potenziamento della terapia intensiva dell’Ospedale di San Giovanni di Dio di Firenze.

Un contributo è stato dato, infine, alla Compagnia di Pubblica Assistenza Humanitas, un’associazione che offre, sempre a Scandicci, servizi a supporto di famiglie, anziani e disabili, e che in questo momento è impegnata, in particolare, nel servizio di consegna a domicilio di spesa e farmaci.

ALTRE DONAZIONI

A queste donazioni, si aggiungeranno poi quelle dei 1.200 collaboratori di Arval Italia, invitati a sostenere le iniziative e le associazioni identificate con contributi volontari.

Inotre Arval Italia ha fornito un contributo alla donazione di 500.000 euro effettuata dal Gruppo BNP Paribas, di cui l’azienda fa parte, a favore della Croce Rossa Italiana.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia