21 Giugno 2019

Quale è l’evoluzione delle aste di auto usate in Italia?

Come si evolvono le aste di auto usate in Italia? Una panoramica del settore arriva da uno studio di CWS Digital Solutions. I dati, che qui vi proponiamo, sono la testimonianza di un comparto in ottima salute.

Le aste di auto usate in Italia sono un settore in ottima salute. Il trend emerge da uno studio sulle Case d’asta promosso da Basilio Velleca, responsabile della divisione consulting della società CWS Digital Solutions. Velleca è uno dei principali studiosi del mercato delle auto usate in Italia, e autore del libro “Usato 2021: il futuro dietro le spalle”, pubblicato lo scorso anno dal CVO Arval

Il 2018, in particolare, è stato un anno estremamente positivo per le aste di auto usate: per la prima volta, le vendite effettuate dalle principali società del settore hanno raggiunto il traguardo delle 31.616 vetture di seconda mano, +24% rispetto al 2017

Piazzale ate di auto usate

Approfondisci: quali sono i trend del mercato dell’usato in Italia

ASTE DI AUTO USATE: UN SETTORE INTERESSANTE

Quello delle auto usate, in Italia, è un comparto che esprime numeri importanti: basti pensare che nell’ultimo anno ha totalizzato 5.632.631 unità, di cui oltre 2,5 milioni sono minivolture. In questo contesto, le aste sono un canale molto interessante per le società di noleggio, in ottica di remarketing (scopri i numeri dell’usato da noleggio)

Lo studio di CWS ha coinvolto le principali Case d’asta in Italia: Manheim, BCA, Adesa, Autorola e AUTO1

I PROVIDER

I provider delle Case d’asta, non è un caso, sono soprattutto i concessionari (43,5% sul totale) e i noleggiatori (30,9%). Le aste di auto usate, infatti, sono in grado di creare valore sia per il dealer, che in questo modo può smaltire lo stock rimasto nello showroom, sia per le società di noleggio, che vedono nel remarketing delle auto giunte a fine contratto una risorsa strategica. 

aste di auto usate

In diminuzione, invece, gli acquisti dalle National Sales Company, dato che queste ultime hanno a disposizione un usato molto giovane, che normalmente viene reindirizzato direttamente presso le reti di distribuzione. 

Leggi anche: ecco come svecchiare il parco auto circolante in Italia

LE AUTO 

La maggior parte delle vetture vendute con le aste hanno età compresa tra i 2 e i 5 anni (47%), mentre le vetture con oltre 5 anni sono il 40% e quelle con meno di due anni di vita solo il 12,8%. Il chilometraggio medio sfiora i 146.000 km, mentre il prezzo medio di vendita dell’auto usata si attesta attorno ai 7.500 euro. Una cifra che si è abbassata negli ultimi anni, proporzionalmente all’aumento dell’età media delle auto vendute: quelle con oltre 5 anni di età, infatti, sono passate dal 22,3% del 2012 al 40,2% nel 2018. 

LE PROSPETTIVE

Le prospettive per il settore delle aste di auto usate sono positive. Lo studio dimostra che i player stimano di poter passare da una media di 6.300 vetture vendute all’anno (per ogni operatore) e quasi 21.000 auto. A spingere la crescita, saranno soprattutto i concessionari, che possono trovare nelle aste uno strumento in grado di creare sempre più valore alla loro attività. 

Le previsioni, inoltre, parlano di un aumento atteso delle vetture con anzianità compresa tra 2 e 5 anni, mentre chilometraggi e prezzi medi tenderanno a stabilizzarsi. 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia