Audi: più premium per tutti

Febbraio 2012 – In un mercato condizionato dalla crisi, è fondamentale puntare tanto sul prodotto quanto sull’organizzazione. Audi negli ultimi tempi lo ha fatto, allargando considerevolmente la propria gamma (leggi l’approfondimento sulla A4) e avvicinandosi sempre di più, in termini di Tco, alla richiesta delle imprese, senza però rinunciare alla propria essenza premium. E i risultati hanno dato ragione a questa strategia. “Audi ha chiuso il 2011 con numeri importanti – conferma Alberto Cestaro, responsabile flotte di Audi Italia -: abbiamo immatricolato oltre 60mila vetture e sul comparto flotte, che rappresenta circa il 50% delle nostre vendite, abbiamo consolidato la leadership nel mercato premium, superando le 30mila unità vendute con una crescita, rispetto al 2010, del 5,2% in termini di volumi e del 5,5% in termini di quota. In un mercato complesso, si tratta di un  risultato estremamente positivo”.

PMI NEL MIRINO – Lo scenario del comparto flotte è mutato nell’ultimo periodo: la crisi, infatti, ha spinto le aziende a scegliere modelli più virtuosi in termini di consumi ed emissioni, e le Case si stanno adeguando. “Il trend di mercato degli ultimi mesi, purtroppo, ha fatto registrare una flessione – spiega Cestaro – e nel 2012 non prevediamo una crescita. Per questo, il nostro obiettivo primario è consolidare i numeri dello scorso anno, tenendo conto che il ciclo di sostituzione delle auto aziendali sarà guidato sempre più da principi quali la massima efficienza delle vetture, la  riduzione dei costi e il downsizing.  Crediamo di poterlo fare, anche perché abbiamo in cantiere diverse interessanti novità di prodotto”.
 Certamente, nei prossimi mesi l’interesse dei quattro anelli sarà indirizzato soprattutto verso i parchi auto più piccoli. “Il mercato flotte poggia su due pilastri – precisa Cestaro -: le grandi aziende e le Pmi. Queste ultime, in particolare, hanno un grande potenziale e la nostra penetrazione attuale su questo canale (25% sul totale vendite) può aumentare ancora molto. Ecco perché abbiamo rafforzato l’attività verso le Pmi, coinvolgendo direttamente i nostri concessionari”.

LANCI E CONFERME- I prossimi mesi di Audi, come accennato, saranno caratterizzati dall’entrata a regime di importanti novità. “L’offerta di prodotto è indiscutibilmente un punto di forza del marchio – spiega ancora Cestaro -: negli ultimi anni, infatti, abbiamo proposto in maniera costante aggiornamenti di modelli affermati e vetture completamente nuove, come per esempio A1, A5, A7 Sportback e Q3. Il cavallo di battaglia sul mercato flotte rimane sempre la A4, che anche nel 2011 ha venduto oltre 10mila unità, mantenendo la sua posizione di leadership. Dietro quest’ultima, si posizionano A3, Q5 e A6, che hanno ottenuto ottime performance, con circa 4.000 unità ciascuna. Nel 2012, invece, i nostri assi nella manica, oltre alla A4, saranno la A1, con la nuova versione a cinque porte Sportback particolarmente appetibile per le aziende, la Q3, considerando che i Suv compatti stanno entrando sempre più nelle car policy aziendali, e la nuova gamma di ibride, dalla neonata Q5 alla A6, che arriverà a febbraio, fino alla A8, il cui lancio è in programma entro la prossima estate”.

 

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia