Multe, buone notizie: pochi aumenti nel 2017

Le sanzioni per le infrazioni del Codice della Strada sono, lo sappiamo, un fardello che grava sulla gestione delle auto aziendali. Per questo, una domanda che ogni Fleet Manager (e ogni driver) si pone è: ci sarà un aumento degli importi delle multe in questo 2017? La risposta è incoraggiante: dopo anni di rincari, possiamo dire che stavolta gli incrementi saranno minimi e riguarderanno solo le sanzioni più salate. Però ci saranno. Ecco, quindi, un rapido vademecum su cosa è cambiato dallo scorso primo gennaio in tema di aumento multe.

aumento multe flotte aziendali 2017
Le multe, una voce rilevante nella gestione del parco auto aziendale

AUMENTO MULTE 2017: COSA DICE LA LEGGE

C’è ovviamente una stretta correlazione tra l’aumento delle multe nel 2017 e il bilancio d’impresa, considerato l’inevitabile numero di sanzioni che arriva ogni mese in azienda. In tal senso, sensibilizzare i driver ad una guida responsabile è fondamentale, così come è fondamentale sapere cosa prevede il Codice della Strada (vedi il documento completo) in fatto di multe. In particolare, l’Articolo 95 evidenzia che:

La misura delle sanzioni amministrative pecuniarie viene aggiornata ogni due anni in misura pari alla variazione, accertata dall’Istat, dell’indice dei prezzi di consumo per le famiglie di operai e impiegati verificatasi nei due anni precedenti.

Considerato che l’indice ha registrato un aumento minimo (0,1%), minime sono anche le variazioni nelle multe.

APPROFONDISCI

COSA E’ CAMBIATO

L’aumento delle multe nel 2017 riguarda, nello specifico, le sanzioni superiori a 500 euro. Non quelle inferiori. Si tratta di un punto importante, che conferisce ancora maggiore valore alla sensibilizzazione del driver. Solitamente, infatti, se chi guida mantiene un comportamento in linea di massima corretto (qualche mese fa, una survey di Top Thousand ha indicato chiaramente quali sono i “nemici” della sicurezza in auto), è difficile arrivare a multe così salate. Ed è risaputo le le sanzioni più frequenti per le auto aziendali, ovvero il divieto di sosta e il superamento dei limiti di velocità entro i 40 km/h, rispettano la soglia dei 500 euro. Per incappare negli aumenti, in altre parole, occorrerà, per fare un esempio concreto, sforare di oltre 40 km/h i limiti di velocità. La multa prevista, in questo caso, sarà di un euro superiore rispetto allo scorso anno.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia