Come stanno andando le auto a metano e GPL nel noleggio a lungo termine?

Le auto a metano e le auto GPL sono cresciute in maniera importante nel settore del noleggio a lungo termine: a testimoniarlo sono i dati del Rapporto Aniasa 2019. Quest'anno si registra un calo del gas naturale, dovuto però a motivi ben precisi...

Non solo elettrico e ibrido. Le vetture ad alimentazione alternativa, in generale, stanno crescendo molto nel mondo del noleggio auto a lungo termine. Anche le auto a metano e le auto GPL mostrano un trend positivo: a testimoniarlo sono i dati del Rapporto Aniasa 2019, presentati nei giorni scorsi a Milano. 

auto a metano

In particolare, le auto a metano sono una realtà tutta italiana: nel nostro Paese, attualmente, possiamo contare su un milione di veicoli in circolazione e una rete di 1.300 distributori. La nuova frontiera si chiama biometano: recentemente, infatti, è stata inaugurata la prima stazione di rifornimento sul territorio italiano, a Rapolano, in provincia di Siena.

Approfondisci: scopri quali brand puntano sul gas e perché

AUTO A METANO E AUTO GPL NEL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE

I numeri del Rapporto Aniasa 2019 testimoniano che lo scorso anno sono state immatricolate ad uso noleggio a lungo termine 2.828 auto a metano, contro le 1.722 del 2017, con una crescita del +64,2%. Le auto GPL, allo stesso modo, sono cresciute dalle 4.894 del 2017 alle 5.700 del 2018 (+16,5%)

Numeri certamente più piccoli di quelli delle auto ibride, che hanno sfiorato le 15mila unità con una crescita del +142,4%, ma comunque significativi. Nel mondo del noleggio a lungo termine le uniche ad aver subito un calo sono le auto a benzina (-15,1%). 

I PRIMI MESI DEL 2019

Analizziamo ora i dati delle auto a metano e delle auto GPL sul mercato automotive generale nei primi mesi del 2019. Ad aprile, le auto GPL mostrano un andamento positivo, con una crescita del 12% rispetto ad aprile 2018 e una quota di mercato che da gennaio ad aprile si attesta attorno al 5% (dati Anfia).

Auto a metano rifornimento

Meno bene, invece, il metano, che ha subito un pesante ridimensionamento nei primi mesi del 2019: ad aprile  -27%, dopo il calo del 50% di dicembre, del 46% di gennaio, del 54% di febbraio e del 36% di marzo

Leggi anche: Rapporto Aniasa 2019, i trend del noleggio a lungo termine

COME MAI LE AUTO A METANO SONO CALATE NEGLI ULTIMI MESI?

Come mai questi numeri negativi dopo un 2018 positivo? Sicuramente sul calo delle auto a metano hanno influito la temporanea riduzione della produzione e dell’offerta, dovuta ai tempi tecnici di adeguamento e omologazione alle nuove norme WLTP, ma anche la volontà di trasformare i modelli a metano da bifuel a monofuel. 

Ora però il peggio sembra essere alle spalle e le novità di prodotto lanciate dalle Case auto, come per fare qualche esempio la gamma Audi g-tron, oppure la gamma Seat TGI, non mancano. Ci sono, in definitiva, le carte in regola per migliorare e invertire il trend.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia