Car of The Year 2020: Peugeot 208 è auto dell’anno

Dopo Jaguar I-Pace, è l'utilitaria francese a essere eletta Auto dell'anno 2020. Peugeot 208 fa il pieno di voti in Italia, Spagna, Portogallo, Francia

E’ Peugeot 208 a vincere il premio Auto dell’Anno 2020. L’utilitaria francese ha raccolto il maggior numero di consensi dai 60 giornalisti, di 23 Paesi europei, che hanno valutato le 7 finaliste del premio COTY 2020.

La cerimonia di premiazione è andata in scena in un PalaExpo a porte chiuse, vista la cancellazione del Salone di Ginevra 2020 per le limitazioni decise dal governo, legate ai timori dell’epidemia di coronavirus.

Peugeot 208 Auto dell'anno 2020

PEUGEOT 208 AUTO DELL’ANNO 2020

Il successo del progetto 208, di spicco nel panorama delle utilitarie di segmento B perché abbraccia un ampissimo ventaglio di proposte e tipologie di alimentazione – benzina, diesel ed elettrico – arriva dopo le affermazioni recenti di Peugeot, nel 2014 con la berlina compatta 308 e, nel 2017, con il suv di segmento C, 3008. 

Totalizza 281 punti e sin dalle prime votazioni si è segnalato tra i modelli più costanti nel raccogliere consensi. Spiccano i 34 punti assegnati dai giurati francesi, dietro Renault Clio (42 punti), i 34 totalizzati tra i giurati italiani, per i quali è risultata essere la prima scelta, davanti a Toyota Corolla e Tesla Model 3, entrambe con 24 punti. Preferenza significativa assegnata anche in Spagna, con 43 punti contro i 31 di Renault Clio e Ford Puma.

Dai paesi del nord europa, invece, le preferenze si sono orientate in modo chiaro sulle candidate elettriche: 20 punti dall’Olanda per Tesla Model 3, la quota della Norvegia (8 punti), 25 in Svezia, 35 punti dal Regno Unito (38 punti assegnati a Porsche Taycan).

L’affermazione di Peugeot 208, Auto dell’anno 2020, è netta. Molto diversa rispetto alla contesa all’ultimo voto che, nel 2019, vide prevalere Jaguar i-Pace su Alpine A110. Il distacco sulla seconda classificata, Tesla Model 3, è di ben 39 lunghezze.

LA CLASSIFICA FINALE

1. Peugeot 208 – 281 punti

2. Tesla Model 3 – 242 

3. Porsche Taycan – 222 

4. Renault Clio – 211

5. Ford Puma – 209

6. Toyota Corolla – 152

7. BMW Serie 1 – 133

LA PREMIAZIONE IN STREAMING

LE CARATTERISTICHE SALIENTI DEL MODELLO

Protagonista di un radicale cambiamento è anche Peugeot 208. La nuova generazione introduce uno stile inedito, molto accattivante e sportivo, lo fa su un’architettura modulare, la CMP declinata in e-CMP nella variante elettrica a batteria.

Crescono le dimensioni, fino a 4 metri e 6 centimetri, si evolve l’i-Cockpit a bordo, diventando 3D e integrando l’head up display.

Approfondisci: Rinnovamento futurista per Peugeot 208

I sistemi di assistenza alla guida si sviluppano in un Livello 2 in grado di correggere la traiettoria e operare sulla gestione della velocità in funzione delle condizioni di traffico. In attesa della proposta elettrica da 136 cavalli e batteria da 50 kWh, Peugeot 208 è sul mercato con i motori benzina 3 cilindri PureTech 1.2 da 75, 100 e 130 cavalli, affiancati dal diesel 1.6 BlueHDi da 100 cavalli.

LA SELEZIONE

Il processo di selezione del più autorevole e antico (prima edizione nel 1964) premio destinato alla produzione automobilistica di serie, passa da varie fasi, l’ultima si è concretizzata nel novembre 2019 con l’individuazione delle 7 candidate che hanno superato la fase di selezione da un elenco di 35 modelli.

Modelli sui quali sono i giurati in rappresentanza di 23 paesi europei (l’Italia può contare su 6 membri) a esprimersi e assegnare un punteggio. L’ultima edizione del premio ha visto Jaguar I-Pace prevalere su Alpine A110 e Kia Ceed. Tre concetti diversissimi e, la diversità tecnica e di posizionamento sul mercato, si ritrova anche nel paniere di modelli dai quali scopriremo chi sarà Car of the Year 2020.

BMW SERIE 1

Del rinnovamento generazionale di BMW Serie 1 si è incentrata spesso l’analisi sulla principale novità, tecnica, il passaggio dalla trazione posteriore alla trazione anteriore.

È certo il contenuto di maggior rilievo, tuttavia, Serie 1 compie un radicale passo in avanti su molti altri aspetti, anzitutto della connettività e dell’assistenza alla guida. Due elementi tra tutti riassumono il progresso: l’Intelligent Personal Assistant e gli Adas di Livello 2.

Approfondisci: Nuova Serie 1, non solo trazione anteriore

Sul mercato italiano, nuova Serie 1 ha debuttato con i motori turbo benzina 3 cilindri, il millecinque da 140 cavalli e lo sportivissimo 3 litri M135i xDrive, da 306 cavalli. Ampia la proposta diesel, che spazia dall’1.6 di 116d (116 cavalli) al 2 litri 120d da 190 cavalli, passando per la soluzione 2 litri 150 cavalli di BMW 118d.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia