Hyundai ix35 Fuel Cell: l’esordio del Suv a idrogeno

Un’altra anteprima assoluta dell’e-Vehicles Fleet Day è stata la Hyundai ix35 Fuel Cell, versione a idrogeno del già noto Suv del marchio coreano. Un modello che si rivolgerà anche e soprattutto alle aziende, che hanno necessità di compiere lunghi viaggi – l’autonomia è del tutto simile a quella di una versione termica – e, allo stesso tempo, di efficienza e di marciare a emissioni zero.  A presentarci la vettura nel corso dell’evento organizzato da Fleet Magazine all’autodromo di Monza  è stato Gabriele Costantino di Hyundai Italia.

VIDEO: INTERVISTA A GABRIELE COSTANTINO, HYUNDAI ITALIA

LA PARTICOLARITA’ – “Si tratta di una vettura identica alla ix35 che abbiamo in commercio – spiega Costantino -, solo con la particolarità di essere caratterizzata dalle celle a combustibile, che alimentano un motore elettrico”. Le prestazioni sono davvero di tutto rispetto:  potenza di 136 Cv, velocità massima di 160 km/h, autonomia di circa 600 km. “Le emissioni, essendo costituite da vapore acqueo, sono zero – riprende Costantino -. Interni, abitabilità, volume di carico rimangono invariati rispetto al modello termico. Stiamo parlando davvero del futuro”. Infine, altro aspetto rilevante, il rifornimento si effettua nello spazio di pochissimi minuti.

I PROGETTI – A proposito del  rifornimento di idrogeno, nuova frontiera ormai aperta da Hyundai, ci sono diversi progetti europei per le vetture e gli autobus. “Per la parte vetture, esiste un progetto europeo che vuole portare ad avere ogni 300 km una stazione di rifornimento a idrogeno, partendo da Stoccarda e arrivando a Verona, per poi allargarsi fino a Venezia e Milano” conclude Costantino. Prima dell’estate, sorgerà la prima stazione a idrogeno aperta al pubblico a Bolzano

L’INTERESSE DELLE CASE – Dopo Hyundai altri Costruttori esploreranno la frontiera dell’idrogeno: anche Toyota e Honda hanno annunciato di essere pronte a lanciare le Fuel Cell il prossimo anno. Il futuro, ormai, è adesso.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia