25 Febbraio 2020

Auto elettriche e ibride: gli incentivi promossi dalle Case (5)

Le auto elettriche e ibride sono ormai al centro delle strategie dei Costruttori. Molte Case propongono incentivi e promozioni che vanno ad aggiungersi agli incentivi statali e regionali. L’obiettivo è quello di rendere il prezzo di listino (e il canone di noleggio) più competitivo. Ecco una panoramica.

GRUPPO PSA

Il Gruppo PSA sta puntando sulle auto elettriche e ibride con tutti i suoi quattro brand (DS Automobiles, Opel, Citroen e Peugeot). Non a caso, quest’anno arriveranno parecchie novità sia a zero emissioni, sia ibride plug-in, a cominciare, per fare due nomi, dalla Opel Corsa-e e dalla Citroen C5 Aircross Hybrid.

Nuova Opel Corsa-e elettrica 2020

Cominciando da DS, il brand offre ai privati un contributo di 3.000 euro sulla gamma E-Tense (DS 3 Crossback E-Tense e DS 7 Crossback E-Tense 4X4), che si aggiungono agli incentivi statali e regionali. Sulla Corsa-e Opel propone per tutti 4.000 euro di sconto, che diventano 5.000 euro con permuta/rottamazione, mentre sulla Grandland X Phev offre per tutti 6.000 euro di sconto e 8.000 euro di sconto con rottamazione.

Citroen, invece, per la C5 Aircross Hybrid, prevede un ecobonus complessivo di 7.000 euro, comprensivo dell’ecoincentivo statale, in caso di finanziamento con 35 rate mensili da 259 Euro, TAN 4,99% TAEG 5,97%  e anticipo di 7.000 euro.

peugeot-208-5-porte

Per quanto riguarda Peugeot, escludendo gli incentivi statali, sulla nuova e-208 è previsto un contributo fino a 5.250 euro per i privati e 5.450 euro per le flotte, per la nuova e-2008 un contributo fino a 6.450 euro per i privati e di 6.650 euro per le flotte. Per le nuove 3008 e 508 SW Phev, infine, sono previsti fino a 7.900 euro per i privati e per le flotte, rispettivamente, fino a 8,400 euro (per la 3008) e 8.900 euro (per la 508).

Leggi anche: tutti i segreti della Opel Corsa-e

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia