Enel X: 7.000 colonnine di ricarica per le auto elettriche entro il 2020

Il piano è stato dichiarato. Enel punta a installare 7.000 colonnine di ricarica per le auto elettriche sul territorio nazionale entro il 2020. E, per promuovere la mobilità a zero emissioni, ha creato al suo interno Enel X.

Per approfondire tutti i progetti della nota società che opera in ambito energetico, a Connected Mobility Forum 2018 abbiamo incontrato Federico Caleno, head of e-mobility solutions development dell’azienda. “Enel ha creato Enel X, una società del Gruppo focalizzata proprio sulla promozione e sulla vendita dei servizi legati alla mobilità elettrica” spiega subito il manager.

AUTO ELETTRICHE: UNA PANORAMICA SUI SERVIZI ENEL X

La rivoluzione elettrica è ormai avviata, anche se l’Italia, rispetto al resto d’Europa, è ancora piuttosto indietro in termini di infrastrutture. In questo contesto, si inserisce l’attività di Enel X.

Enel X auto elettriche

“La nostra offerta non consiste solo nella stazione di ricarica, bensì si caratterizza per una vera e propria piattaforma di gestione: la nostra intenzione è quella di creare servizi che consentano di facilitare sempre più l’accesso alla mobilità elettrica” spiega Caleno.

Approfondisci: scopri quante sono le colonnine di ricarica in Italia

IL TRAINO DELLE FLOTTE AZIENDALI

Di sicuro, le flotte aziendali possono essere un traino importante per la diffusione delle auto elettriche in Italia. Secondo Caleno, la mobilità aziendale, insieme al car sharing, costituisce “un modo per avvicinare gli utilizzatori alla mobilità a zero emissioni”. In effetti, come abbiamo visto tante volte in passato, i Fleet Manager hanno grande fiducia nelle potenzialità future degli EV.

“Una volta che un cliente guida un’auto elettrica, non torna più indietro” sintetizza il manager, prima di soffermarsi sui piani di Enel X. “Enel X è nata un anno fa e a novembre dello scorso anno abbiamo annunciato i nostri progetti”.

IL PIANO DI ENEL

I numeri sono chiari. E non può essere altrimenti, dato che in Italia la carenza di infrastrutture è la principale problematica che ostacola la diffusione delle auto elettriche. “Il nostro investimento prevede l’obiettivo di installare 7.000 infrastrutture di ricarica entro il 2020, ma il piano è flessibile in funzione del numero di utilizzatori dei veicoli elettrici” afferma Caleno.

“Contiamo di chiudere quest’anno con oltre 2.500 stazioni di ricarica pubbliche installate” conclude il manager di Enel. Sarà il primo passo verso un futuro che si sta avvicinando sempre di più.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia