Auto elettriche: le sfide della rete di ricarica

Nei prossimi anni, ci si attende un incremento delle auto elettriche (per fine 2018, si stimano 5.000 immatricolazioni, a fronte di un mercato di quasi 2 milioni di auto nuove). Qualche ripercussione sulla rete elettrica: di sicuro, ci saranno problemi legati all’assorbimento di potenza. Bisognerà quindi gestire i picchi di carico.

La mobilità elettrica è sicuramente una grande sfida dei nostri giorni, in quanto richiede un nuovo modo di percepire l’intero sistema. Oltre a rispondere alle esigenze delle persone, bisogna interagire con la rete elettrica per la ricarica delle auto elettriche e ibride plug-in.

Compito della mobilità sostenibile è promuovere l’inclusione sociale, l’efficiente impiego delle risorse e la riduzione continua degli impatti della mobilità sull’uomo e l’ambiente.

Ricarica auto elettriche

La strategia d’intervento per perseguire questo obiettivo si articola su tre linee d’azione, integrate tra loro: ridurre il fabbisogno di mobilità, favorire l’utilizzo delle modalità di trasporto più sostenibili, migliorare continuamente i mezzi di trasporto perché siano sempre più efficienti.

Approfondisci: Colonnine per la ricarica, la situazione in Italia

PASSAGGIO ALLA MOBILITÀ ELETTRICA

Benefici dell’auto elettrica:

  • Riduzione/eliminazione inquinamento “locale”, soprattutto nelle grandi città
  • Possibilità di riduzione dell’inquinamento a livello globale mediante azione sul mix delle fonti energetiche primarie per la produzione di energia elettrica
  • Minore rumore
  • Uso più efficiente dell’energia (es. recupero in frenata)
  • Indirizzamento verso l’uso di mezzi in condivisione (collettivi/sharing/pooling/…)

Criticità dell’auto elettrica:

  • Ciclo di vita delle batterie e loro riutilizzo (second life) e/o riciclo
  • Approvvigionamento dei materiali per le batterie (concentrazione in numero limitato di aree di estrazione, implicazioni politiche, etiche e sociali nell’attività di estrazione)
  • Costi per singolo utente
  • Necessità di una rete diffusa di infrastrutture per la ricarica

Leggi anche: auto elettrica, perché i driver aziendali sono ancora diffidenti?

DIFFUSIONE DELLE AUTO ELETTRICHE

Di sicuro, nei prossimi anni, ci si aspetta un incremento delle auto elettriche (per fine 2018, si stimano 5.000 immatricolazioni, a fronte di un mercato di quasi 2 milioni di auto nuove).

Secondo le previsioni, una maggiore diffusione dei veicoli elettrici, anche nel caso più impattante, non dovrebbe compromettere la capacità della rete elettrica. Sicuramente, è possibile un alteramento dei profili del carico orario.

futuro auto elettriche

Gli eventuali problemi, quindi, saranno legati agli assorbimenti di potenza, che però possono essere gestiti con delle ricariche intelligenti. A questo, deve seguire una politica di pricing, per gestire i picchi di richieste di energia e spalmarsi sull’intera giornata. In più, ci si aspetta una maggiore penetrazione delle fonti rinnovabili.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia