L’ibrido premia Toyota: nel 2014 prevista crescita del 40%

Da quindici anni Toyota ha scelto di puntare sull’ibrido. Una svolta che nel corso degli anni ha coinvolto anche l’intera gamma del brand premium Lexus. E che sta dando i suoi frutti: l’ibrido sta letteralmente trainando la crescita dei brand Toyota e Lexus anche nel comparto delle flotte.

I NUMERI – Afferma Mariano Autuori, fleet & used senior manager di Toyota e Lexus Italia: “Nel 2013, con Toyota, abbiamo venduto 9.000 unità alle flotte, con una quota di mercato di poco inferiore al 2%, mentre con Lexus ci siamo attestati intorno alle 600 unità”. Nel 2014 è prevista un’ulteriore crescita del 40%, grazie al recente inserimento di modelli strategici per il mondo flotte, su tutti la Auris Touring Sports. Idem per quanto riguarda Lexus, anche se i volumi sono ovviamente minori: “confidiamo moltissimo sulla IS Hybrid in versione 2.5l, che abbiamo appena lanciato e avrà un ruolo importante”, commenta Autuori.

IL SUCCESSO DELLA AURIS –  Nel 2013 la Auris berlina  ha totalizzato ben 6mila immatricolazioni, delle quali il 20% alle flotte, mentre la Touring Sports, in poco più di due mesi, ha addirittura fatto registrare 1.500 immatricolazioni, delle quali il 60% al target corporate. Spiega Autuori. “Il mercato aspettava con ansia la versione familiare della Auris, un modello tagliato sulle esigenze del settore ‘fleet’ e caratterizzato da una tecnologia ibrida che oggi pesa per circa l’80% sul totale delle vendite del modello. Siamo convinti che l’ibrido rappresenti al meglio i concetti di innovazione, efficienza e, quindi, attenzione ai costi di gestione”.

SI AMPLIA LA STRUTTURA –  Racconta Autuori: “Nel 2014 inseriremo nuovi key account per entrare in contatto con sempre maggior numero di aziende sul territorio. Inaugureremo inoltre un programma di remarketing e stiamo lavorando per inserire nella gamma Toyota i veicoli commerciali. Continueremo infine a puntare con decisione sulla specializzazione della nostra rete di concessionari: dopo due anni di lavoro, oggi possiamo contare su 14 Business Center e a breve questo numero salirà a 24, per coltivare sempre di più le relazioni con le pmi”.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia