28 Luglio 2020

Il buco nero delle auto rubate: 1 veicolo su 3 non viene più ritrovato

L’analisi annuale LoJack sui furti d’auto mostra come, per la prima volta, il tasso di recupero delle auto rubate sia sceso sotto il 36%. Delle 95.403 vetture sottratte lo scorso anno, di ben 61mila si sono perse le tracce.

Scende il tasso di recupero, che si attesta per la prima volta al di sotto del 36%. Un furto di auto su quattro avviene in Campania, con Fiat Panda e 500 e Lancia Ypsilon come vittime predilette. Cresce anche il fascino dei suv, su cui si concentra l’11% dei furti, in particolare di Nissan Qashqai.

furti auto in italia

Questi i principali trend emersi dal “Dossier sui Furti d’Auto”, elaborato da LoJack Italia raccogliendo e analizzando i dati forniti dal Ministero dell’Interno sul 2019 e integrandoli con quelli provenienti da elaborazioni e report nazionali e internazionali sul fenomeno.

FURTI DI AUTO IN ITALIA

L’indagine LoJack Italia mostra uno scenario nazionale irregolare, con alcune zone in cui il rischio (soprattutto per alcuni modelli) è decisamente elevato, e altre significativamente più tranquille.

Approfondisci: Come si contrastano i furti d’auto?

Le Regioni più a rischio

Nel 2019, l’84% delle sottrazioni complessive di veicoli si è registrato in 5 Regioni in particolare. Il triste primato spetta alla Campania, che si aggiudica un 1 su 4 di furto d’auto a livello nazionale. Seguono Lazio, con 17.021 furti, Puglia (16.389), Sicilia (13.178) e Lombardia (10.013). Le ruberie in generale sono diminuite, ma polarizzandosi in zone circoscritte.

Infografica 3_GEOGRAFIA DEI FURTI E DEI RECUPERI

A preoccupare, in particolare, è il costante calo dei recuperi. Lo scorso anno, mentre 34.196 vetture sono state restituite ai legittimi proprietari, altre 61.000 sono sparite nel nulla. Per un tasso di recupero sceso al 36%, la percentuale più bassa degli ultimi anni. In alcune aree, infatti, trascorse le prime 24 ore le probabilità di un recupero sono praticamente nulle.

I modelli più colpiti

Sono quelli del Gruppo FCA i modelli più colpiti dai ladri. Sommando le vetture targate Fiat, Lancia e Alfa Romeo si ottiene l’esatta metà del business dei furti d’auto italiano. Consola sapere che il tasso di recupero di questi tre marchi supera la media nazionale. Mentre si trova al di sotto del 36% medio di recupero la percentuale di auto Ford, Volkswagen, Renault, Opel, Mercedes, Audi e Smart.

MODELLI AUTO PIÙ RUBATI

Al primo posto delle auto più rubate troviamo la Panda (11.299 sottrazioni). Seguono la 500 (7.989), Punto (6.664), Ypsilon (4.540) e Golf (2.301). New entry la Nissan Qashqai, con 917 unità sottratte nel 2019 segna un +49% rispetto all’anno precedente. Testimonianza della nuova passione dimostrata dai ladri di auto verso i suv, il cui tasso di recupero è decisamente più basso di quello degli altri segmenti (-6 punti percentuale).

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia