1 Aprile 2021

Prorogata l’entrata in vigore del Documento Unico

Le rappresentanze dell’intero comparto automotive nazionale hanno chiesto al Ministro dei Trasporti una proroga dei termini per l’entrata in vigore della nuova disciplina del DU, prevista per il 31 marzo.

Prorogata al 30 giugno 2021 l’entrata in vigore del Documento Unico di circolazione e proprietà dei veicoli. Posticipoe richiesto nei giorni scorsi, con una lettera indirizzata al Ministro dei Trasporti Enrico Giovannini, dalle rappresentanze del comparto automotive nazionale, Anfia, Aniasa, Assilea, Federauto, Unasca e Unrae.

documento-unico-di-circolazione

La richiesta deriva dal mancato inserimento nel Decreto Milleproroghe dell’emendamento che conteneva la proroga per la piena implementazione del DU, prevista per il 31 marzo 2021.

Approfondisci: Il Documento Unico di circolazione

“Ora subito il confronto con la filiera automotive”

Per una rivoluzione digitale così rilevante, come è il Documento Unico, è prioritaria la soluzione dei problemi tecnici riscontrati in sede di test. Il comune obiettivo è che il sistema funzioni pienamente fin da subito e che il processo immatricolativo sia già ben ‘oliato’ quando il mercato ripartirà.

Grazie alla proroga concessa anche a seguito degli appelli delle associazioni dell’automotive, abbiamo davanti tre mesi di lavoro e di confronto costruttivo affinché sia offerto un servizio utile a cittadini ed imprese“. Questo il commento di Aniasa, l’associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità.

Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia