Best of Belron 2018: il futuro dell’auto viaggia sul parabrezza

Il parabrezza sarà il “centro” dell’auto connessa del futuro. Il concetto è emerso chiaramente al Best of Belron 2018, l’evento internazionale organizzato ogni due anni dal Gruppo che in Italia è proprietario del marchio Carglass e andato in scena ieri e l’altro ieri alla Fiera di Francoforte.

Best of Belron 2018 Francoforte

La manifestazione, giunta alla decima edizione, è un vero e proprio “Mondiale” della riparazione dei cristalli auto. Trenta tecnici di Belron provenienti da altrettanti Stati di tutto il mondo si sono confrontati in una sfida arbitrata da 60 giudici e divisa in diverse prove: come riparare un parabrezza, come sostituirlo, ricalibrando al tempo stesso gli Adas, come sostituire un vetro laterale, come rimuovere e rimontare un lunotto posteriore.

Approfondisci: Carglass acquisisce Eurocar Point 

IL MONDIALE DELLA RIPARAZIONE DEI VETRI DELL’AUTO

I concorrenti, giunti alla finalissima dopo aver vinto le selezioni nazionali, hanno rappresentato 15.000 tecnici di Belron, che ogni anno effettuano 11,7 milioni di interventi di riparazione e sostituzione di vetri per veicoli. Per l’Italia, c’era Andrea Viglione (nella foto), tecnico del centro di assistenza Carglass di Saronno.

Andrea Viglione Best of Belron 2018

Non solo competizione, però: l’evento è stato caratterizzato anche da un’area espositiva e da una conferenza di livello mondiale focalizzata sui principali temi riguardanti l’auto del futuro. In particolare, gli Adas e i sensori svolgeranno un ruolo sempre più fondamentale e, in questo senso, i vetri dell’auto che li accolgono saranno il “cuore pulsante” della tecnologia. In totale, tra dipendenti di Belron, partner e addetti ai lavori, erano presenti oltre 1.500 persone.

BEST OF BELRON 2018: I VINCITORI

Ad aggiudicarsi il titolo di Best of Belron 2018 è stato lo statunitense Rick Beasley, seguito, al secondo posto, dal tedesco Leo Benz e, al terzo, dal canadese Ryan Adams. Viglione, il campione italiano, non è arrivato sul podio, ma si è distinto nella prova di riparazione del parabrezza e nella ricalibratura degli Adas (leggi il nostro approfondimento sull’argomento)

Vincitori Best of Belron 2018

Con le sue aziende, Belron impiega ben 29mila persone, tra cui 15mila tecnici, in 34 Paesi del mondo. La competizione, che, per dirla con parole di Matteo Rignano, presidente e amministratore delegato di Belron Italia, è soprattutto “un evento nel quale si celebra la qualità professionale dei nostri tecnici”, ma anche un momento di valutazione di livello internazionale per “far crescere la rete”, è il culmine di un meticoloso processo di preparazione, lungo parecchi mesi.

VIDEO

“Tutti i tecnici di Belron possono partecipare e c’è una lunga selezione, che culmina con le semifinali e le finali nazionali” spiega Andrea Viglione. Un vero appassionato del suo lavoro, che, come ci confida, fin da bambino aveva un sogno, “quello di lavorare sulle auto”. Obiettivo pienamente realizzato.

IL FUTURO DI CARGLASS: ADAS E CARROZZERIE

Il Best of Belron 2018 è stato anche l’occasione per fare il punto sui progetti di Belron Italia, che nel nostro Paese si concretizzano attraverso il brand Carglass. Di sicuro, la partnership tra Carglass e le flotte aziendali è destinata a crescere ulteriormente, visto che l’azienda intende affiancare sempre più al business della riparazione vetri quello, più generale e altrettanto importante, della carrozzeria.

Conferenza Carglass Best of Belron 2018
Da sinistra: Lamberto Ingrà e Matteo Rignano (Belron Italia)

Sta nascendo infatti un vero e proprio network in franchising, dopo che lo scorso anno Belron Italia ha acquisito Eurocar Point. “Oggi possiamo contare su una rete in franchising di circa 160 carrozzerie con il marchio Carglass – ha sottolineato Rignano – e su tre acquisizioni dirette di carrozzerie”.

Leggi anche: quando è indispensabile sostituire il vetro dell’auto

Gli obiettivi sono ambiziosi: “Nel giro di 2-3 anni, puntiamo a raggiungere 100 filiali dirette e 400/500 affiliati” ha sottolineato Rignano. Cifre che vanno ad aggiungersi ai numeri lusinghieri totalizzati nel settore dei cristalli: ovvero un fatturato annuo di 100 milioni di euro e una rete di 180 punti diretti, ai quali si aggiungono alcune decine di affiliati.

VIDEO

Per quanto riguarda gli Adas, sistemi sempre più diffusi sulle auto e la cui ricalibratura è indispensabile in caso di sostituzione del cristallo, Carglass continuerà invece a puntare sulla formazione, che avviene sia all’interno del Centro di formazione nazionale di Saronno, sia nei singoli punti di assistenza. “Di anno in anno il numero di auto dotate di Adas raddoppia e, quindi, il tema sarà sempre più importante” ha spiegato Lamberto Ingrà, operations & supply chain director di Belron Italia.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia