11 Settembre 2018

Hey BMW! Ecco il nuovo Intelligent Personal Assistant

La formula ricorda quella già introdotta da Mercedes qualche mese fa. Basta dire “Hey BMW” per attivare l’Intelligent Personal Assistant. A partire da marzo 2019, le auto bavaresi saranno dotate di questo dispositivo, un vero e proprio assistente personale pronto a rispondere alle esigenze del driver.

BMW Intelligent Personal Assistant

Secondo la Casa di Monaco si tratta dell’inizio “di un nuovo modo di guidare, in cui i guidatori saranno in grado di utilizzare la propria auto e accedere alle sue funzioni e informazioni semplicemente parlando”.

Approfondisci: X5 ibrida plug-in, la nuova frontiera della Casa bavarese 

COME FUNZIONA IL BMW INTELLIGENT PERSONAL ASSISTANT

Il BMW Intelligent Personal Assistant, che si attiva pronunciando semplicemente “Hey BMW” sarà in grado di imparare le abitudini del driver e dargli supporto in vari contesti. Qualche esempio? Il sistema apprende le sue preferenze, come le destinazioni più frequenti, e memorizza le impostazioni di guida preferite, come il riscaldamento del sedile.

Se si dice “Hey BMW, ho freddo”, invece, il dispositivo è in grado di regolare la temperatura all’interno dell’abitacolo. Ad ogni comando impartito, l’Intelligent Personal Assistant impara così a conoscere meglio il profilo di chi guida.

Inoltre, come un vero assistente personale, il sistema sarà in grado di spiegare le varie funzioni Adas (“Come funziona l’High Beam Assistant?”), fornire informazioni sulle condizioni dell’auto (“Il livello dell’olio è a posto?”), rispondere alle domande sulle notifiche attive e cercare le stazioni radio.

Infine, la possibilità di integrazione con Microsoft Office 365 e Skype for Business consente di partecipare a call di lavoro o leggere e-mail.

Leggi anche: il nostro test drive della Serie 5 Touring

QUANDO E DOVE LO TROVEREMO

Il BMW Intelligent Personal Assistant sarà disponibile in 23 mercati a partire da marzo 2019. Negli Usa, e in Germania, Regno Unito, Italia, Francia, Spagna, Svizzera, Austria, Brasile, Giappone e Cina (da maggio 2019), il sistema offrirà un controllo vocale più naturale e altre funzioni intelligenti.

Il co-pilota virtuale sarà integrato nei modelli equipaggiati con il nuovo sistema operativo di bordo BMW Operating System 7.0 e incluso nelLive Cockpit Professional (disponibile a richiesta). Gli ordini partiranno a novembre, sulla nuova Serie 3 (leggi il nostro articolo sulla vettura). Da marzo poi, anche X5, Z4 e Serie 8 potranno adottarlo.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia