BMW e Nissan promuovono la ricarica pubblica dei veicoli elettrici negli USA

Trovare un punto di ricarica pubblica per veicoli elettrici non è sempre un compito agevole. Consapevoli dell’importanza della capillarità della rete infrastrutturale per un più ampio sviluppo della mobilità zero emissioni, due tra i più importanti costruttori impegnati nell’abbattimento delle emissioni inquinanti, BMW e Nissan, hanno unito le forze. Grazie alla loro collaborazione, negli USA sono state installate 120 stazioni di ricarica pubblica rapida da 50 kW. Coprono un territorio esteso (19 gli stati interessati), consentendo ai possessori di vetture come la i3 o la LEAF di viaggiare senza alcun pensiero.

A PORTATA DI CLICK

Proprio pensando agli attuali – e futuri – proprietari della city car progettata dal marchio bavarese, “BMW continua a cercare nuove strade per supportare lo sviluppo di una rete pubblica di stazioni di ricarica – ha dichiarato Cliff Fietzek, Manager Connected eMobility di BMW Nord America -. Insieme a Nissan ci siamo proposti di rendere più facili i viaggi su lunghe distanze, in modo tale che sempre più automobilisti possano scegliere i veicoli elettrici”. La rete “Greenlots” dispone di connettori compatibili con le prese montate su tutti gli EV a ricarica rapida (non solo quindi la i3 e la LEAF) commercializzati negli USA. Trovare una delle 120 nuove stazioni non è difficile. Si possono infatti utilizzare sia il sistema “ConnectDrive” di BMW (operativo, a scelta, attraverso il navigatore o aprendo l’app “i Remote”), e sia “EZ-Charge“, sigla che, nel mondo Nissan, identifica al contempo l’applicazione per smartphone e le schede di ricarica.

FAR CRESCERE LA FIDUCIA

Ognuna delle aree scelte nei 19 stati d’oltreoceano sarà dotata di una doppia stazione (“dual-port”). In circa 20/30 minuti sarà possibile arrivare a ricaricare fino all’80% delle batterie, con un risparmio di tempo rispetto alle prestazioni sinora offerte dal caricatore “Level 2” da 240 V, al momento il più diffuso negli USA. “Il nostro approccio per accrescere le opportunità di ricarica pubblica dei veicoli elettrici dedicate ai proprietari di LEAF è triplice – ha sottolineato Andrew Speaker, Director Electric Sales and Marketing di Nissan -. Installiamo stazioni di ricarica rapida nelle comunità, nelle aziende, e presso le nostre concessionarie. Grazie al lavoro congiunto con BMW, facciamo crescere la fiducia dei proprietari nell’autonomia dei propri veicoli elettrici”.

La i3, vincitrice del premio “Green Car of the Year 2015”, e la LEAF, l’auto zero emissioni che sinora ha fatto registrare i migliori risultati di vendita al mondo, sono due autentiche “best in class”. L’una, la vettura green BMW, è in grado di percorrere tra i 130 e i 160 km, con consumi nel ciclo combinato che, secondo l’Agenzia per l’Ambiente (EPA) statunitense, ne fanno l’EV più efficiente. L’altra ha presentato di recente la versione 2016, con un’autonomia record, per il segmento, di 250 km.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia