18 Febbraio 2021

Bollo auto in Sicilia 2021: costi, esenzioni e come pagarlo

Cerchiamo di riassumere tutte le informazioni più importanti per quanto riguarda il bollo auto 2021 in Sicilia: come si calcola, come si paga, quali sono le agevolazioni e chi gode delle esenzioni dal pagamento della tassa.

In Sicilia, il bollo auto 2021 deve essere pagato non solo dai proprietari di un veicolo, ma anche da coloro che hanno un mezzo in leasing, gli usufruttuari e gli acquirenti con un patto di riservato dominio dei veicoli. 

Bollo auto 2021 in Sicilia: costi ed esenzioni

Il bollo cambia nella cifra secondo diversi parametri, a partire dalla tipologia di automobile, e si paga per la prima volta entro il mese successivo all’immatricolazione e, in seguito, l’ultimo giorno del mese in cui il veicolo è stato immatricolato.

La Sicilia, come anche Campania, Lazio, Lombardia o Venetoinvia ai cittadini un promemoria  con tutte le indicazioni pagamento. È possibile ricevere il promemoria anche da applicazioni di terze parti, come Telepass Pay.

La Regione prevede delle esenzioni per alcuni veicoli, come per esempio quelli ecologici o quelli destinati a persone con disabilità psico-motorie. Non pagano il bollo anche i veicoli per servizi di soccorso, spurgo e rifiuti.

Leggi Anche: Sharing Mobility a Catania, tutti i servizi

COME SI CALCOLA IL BOLLO AUTO IN SICILIA 2021

Per sapere a quanto ammonta l’importo del bollo auto in Sicilia 2021, il cittadino siciliano ha la possibilità di consultare il servizio messo a disposizione dall’ACI sul suo sito web ufficiale, nel quale deve poi inserire alcuni dati:

  • Regione di residenza
  • Tipo di veicolo
  • Targa del veicolo.

Fisco auto

In pochi click, il sito calcolerà automaticamente da pagare. Dallo stesso sito, comunque, è possibile scaricare il PDF con le tariffe attive in Sicilia dal 1 Gennaio 2020, e che sono valide anche per il 2021. Ecco il tariffario completo per il calcolo del bollo auto 2021 in Sicilia:

  • Veicoli Euro 0: 3,00€/kW fino a 100 kW + 4,50€ per ogni kW eccedente.
  • Veicoli Euro 1: 2,90€/kW fino a 100 kW + 4,35€ per ogni kW eccedente.
  • Veicoli Euro 2: 2,80€/kW fino a 100 kW + 4,20€ per ogni kW eccedente.
  • Veicoli Euro 3: 2,70€/kW fino a 100 kW + 4,05€ per ogni kW eccedente.
  • Veicoli Euro 4, 5 e 6: 2,58€/kW fino a 100 kW + 3,87€ per ogni kW eccedente.

LE MODALITÀ DI PAGAMENTO

I cittadini siciliani possono pagare il bollo auto in Sicilia sfruttando diverse modalità:

  • Con pagoBollo Online o Bollonet, il servizio di ACI;
  • Con le Delegazioni ACI;
  • Con Le Agenzie Sermetra;
  • Gli esercizi convenzionati Banca 5;
  • Attraverso Poste Italiane, sia online sia presso gli uffici postali;
  • Con i punti vendita Lottomatica.
  • Usando l’Internet Banking;
  • Con Sportelli Bancomat (ATM) delle banche che permettono il servizio;
  • Presso le Tabaccherie Autorizzate.
  • Sul sito ufficiale di Telepass
  • Tramite App IO della Pubblica Amministrazione:
  • Tramite Satispay.

Recandosi in un punto fisico a effettuare il versamento, scegliendo un metodo di pagamento elettronico, è possibile ottenere un rimborso del 10% fino a un massimo di 15 euro, grazie all’iniziativa Cashback dello Stato italiano. 

Il cittadino, inoltre, può richiedere la verifica del pagamento del bollo sul sito dell’ACI – inserendo gli stessi dati elencati sopra – e anche sul sito dell’Agenzia dell’Entrate.

Non è possibile, invece, richiedere la domiciliazione bancaria del bollo.

Leggi Anche: Noleggio a lungo termine, escluso da Iva l’anticipo del bollo auto fatturato ai clienti

CHI GODE DELL’ESENZIONE DAL PAGAMENTO DEL BOLLO AUTO IN SICILIA 2021

Come accennato nei paragrafi iniziali di questo articolo, in Sicilia ci sono alcune persone e veicoli che non sono tenuti al pagamento del bollo. La Regione, infatti, cerca di venire incontro a persone con disabilità, ma anche ai cittadini più virtuosi.

ESENZIONE PER PERSONE CON DISABILITÀ

Il pagamento della tassa automobilistica non è obbligatorio per veicoli destinati a persone con disabilità psico-motorie, come ipovedenti, sordomuti, persone invalide e pluriamputate e con impedite capacità motorie.

L’esenzione è valida per un solo veicolo, la cui cilindrata non deve essere superiore a:

  • 2000 cc (benzina, benzina/gpl, benzina/metano e ibride benzina/elettrico);
  • 2800 cc (diesel)
  • 150 kW (elettrici).

Inoltre, le modifiche apportate al veicolo per agevolare ingresso e seduta del disabile devono essere segnalate sulla patente speciale.

Leggi Anche: Fringe benefit, prendere o lasciare? Il nostro webinar con gli esperti del settore

ESENZIONE PER I VEICOLI ELETTRICI E IBRIDI

Per premiare i cittadini che hanno scelto di acquistare un’auto a basse emissioni (a gas, ibrida o elettrica), la Regione Sicilia ha pensato a un’esenzione parziale per quanto riguarda il bollo auto 2021 di queste vetture.

Le auto a metano e GPL possono richiedere una riduzione del 75% sulla tassa automobilistica, mentre le vetture ibride plug-in, immatricolate dal 2019 al 2021, godono di un’esenzione per 3 anni. I proprietari di vetture elettriche, invece, non sono tenuti al pagamento per i primi 5 anni.

Leggi Anche: Revisione bombole Metano e GPL 2021, cosa prevede la normativa e i costi

ESENZIONE PER LE AUTO D’EPOCA

La Regione Sicilia prevede anche un’esenzione perenne dal bollo per le auto d’epoca, ovvero quelle auto con un’età pari o superiore a 30 anni. In questi casi, i cittadini sono tenuti a pagare solamente la tassa di circolazione (e solo se intendono circolare con la vettura storica), pari in Campania a 25,82 euro.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia