Coronavirus: Bridgestone chiude lo stabilimento di Bari

Per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, Bridgestone annuncia la chiusura temporanea dello stabilimento di Bari e rallenta la produzione in Europa.

Bridgestone ha annunciato la chiusura temporanea o il rallentamento nella produzione dei suoi stabilimenti in Europa per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Lo stabilimento di Bari rimarrà chiuso fino al prossimo 6 aprile, così come quello di Bethune in Francia.

Bridgestone fabbrica Bari

Inoltre, le fabbriche di Bilbao, Puente San Miguel e Burgos in Spagna, Lanklaar in Belgio, Stargard e Poznan in Polonia e Tatabanya in Ungheria rimarranno attive, ma con una ridotta capacità produttiva.

Approfondisci: l’Italia chiude per Coronavirus, ecco le conseguenze sull’automotive

EMERGENZA CORONAVIRUS: LA RISPOSTA DI BRIDGESTONE

Cambiamenti che, fa sapere l’azienda, vengono messi in atto “per bilanciare l’offerta di Bridgestone con la domanda prevista nel mercato attuale. L’azienda ha al momento una disponibilità di prodotti adeguata a venire incontro alle esigenze dei clienti, e i suoi centri di distribuzione, magazzini e team logistici continueranno ad evadere gli ordini normalmente”.

Una risposta, quella di Bridgestone, in linea con quella dell’intera filiera automotive, con la maggior parte delle Case che ha sospeso o rallentato la produzione di fronte all’emergenza sanitaria.

SICUREZZA E RISPETTO DELLE REGOLE

Bridgestone fa sapere che “continuerà a valutare la situazione e ad adattarsi di conseguenza”. Negli stabilimenti ancora operativi, l’azienda sta prendendo le “dovute misure di sicurezza” e “nel massimo rispetto delle indicazioni delle autorità sanitarie”. In aggiunta, approfondite procedure e checklist dedicate sono state adottate per garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro.

“In questo momento di crisi senza precedenti, la priorità numero uno di Bridgestone è quella di garantire la salute e la sicurezza dei suoi dipendenti e la continuità del proprio business” conclude la nota di Bridgestone.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia