Bridgestone: è italiano il nuovo presidente/CEO dell’area EMEA

Si è laureato in Economia e Commercio all’Università Bocconi di Milano, prima di volare all’estero e avviare una carriera che l’ha portato a ricoprire incarichi di crescente prestigio.

Approdato in Bridgestone, Paolo Ferrari è il nuovo presidente/CEO dell’area EMEA, derivata dall’unione di tre continenti (Europa, Asia attraverso il Medio Oriente, e Africa). L’annuncio della sua nomina precede di un paio di mesi l’assunzione dell’incarico, che partirà il 19 settembre 2016.

ESPERIENZA GLOBALE PER CRESCERE CON BRIDGESTONE

Il top manager, che entrerà contestualmente a far parte sia del Consiglio di Amministrazione e sia nel Comitato Esecutivo di Bridgestone Europe, sarà chiamato a portare avanti il lavoro avviato dal suo predecessore, e ancor prima dall’ex CEO Franco Annunziato, passato già con lo scorso mese di gennaio a seguire, nelle vesti di Executive Chairman e Chief Executive Officer, la Regione Cina e Asia Pacific.

Un arrivo, quello di Paolo Ferrari, accompagnato da grandi aspettative, legate alla capacità, ampiamente dimostrata, di “guida verso crescite profittevoli in diversi segmenti dell’industria e in diverse aree geografiche”.

Mentre si accinge a cedergli la poltrona, il saluto cordiale di Eduardo Minardi è un elogio alla professionalità del nostro connazionale, un “leader con provata esperienza a livello globale”, capace di “sostenere il cammino di innovazione, gli alti risultati commerciali e l’impegno di Bridgestone nel pieno rispetto dei valori fondamentali dell’azienda”.

PNEUMATICI: PER FERRARI, UNA STORIA CHE PROSEGUE

Dal quartier generale di Zaventem in Belgio, il nuovo presidente/CEO di Bridgestone per l’area EMEA, titolare di un Master in Business Administration (MBA) conseguito alla Stern Business School della New York University, farà valere quanto acquisito nel corso del percorso lavorativo intrapreso sino ad oggi.

Tra i nomi annotati sul Curriculum Vitae si ritrova la Credit Suisse First Boston, ramo operativo nell’investment banking dell’omonima società multinazionale elvetica. Dopo la parentesi londinese, Ferrari è entrato in Telecom Italia Group, con la responsabilità, nelle vesti di CEO, di varie Business Unit nel nostro Paese, in Germania, e ancora nel Regno Unito. Infine, l’approdo in Pirelli, dapprima quale presidente/CEO delle attività commerciali nel Nord America, quindi come amministratore delegato di LATAM (area America Latina).

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia