Cambio gomme da invernali a estive: proroga dei termini al 15 giugno

Una delle cose che preoccupano di più gli automobilisti in questi giorni di primavera in tempo di lockdown per il Covid-19 è quando effettuare il cambio gomme. Facciamo chiarezza sulle norme che disciplinano l’uso delle gomme invernali e su chi può andare dal gommista in tempi di Coronavirus. Proroga dei termini al 15 giugno 2020.

I gommisti sono aperti per la sostituzione delle gomme invernali con gli pneumatici estivi, ma gli automobilisti devono rispettare le prescrizioni governative che impongono ai cittadini di “stare a casa”, a causa del lockdown causato dal Coronavirus, salvo le eccezioni contemplate nel DPCM del 26 aprile 2020 (comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza, motivi di salute, incontro con i congiunti).

Cambio gomme invernali/estive con il Coronavirus

Quest’anno, l’avvio del cambio stagionale degli pneumatici avviene in condizioni di lavoro e sicurezza del tutto eccezionali, che condizioneranno i tempi per il montaggio e lo smontaggio delle gomme. La conferma delle restrizioni sullo  spostamento delle persone fino al 17 maggio e la necessità di rispettare le misure del nuovo Protocollo per il contrasto ed il contenimento della diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro rendono impossibile completare le operazioni di sostituzione degli pneumatici invernali con le gomme estive entro il 15 maggio, data stabilita con la circolare del Ministero dei Trasporti. Per questo è arrivata la proroga dei termini di un mese, al 15 giugno.  

CORONAVIRUS, CHI PUÒ CAMBIARE LE GOMME INVERNALI CON GLI PNEUMATICI ESTIVI

Coloro che sono in grado di giustificare lo spostamento dalla loro abitazione per le ragioni previste o da eventuali nuovi decreti “di alleggerimento”, che potrebbero essere pubblicati nei prossimi giorni, invece, sono tenuti a rispettare le norme del Codice della Strada, compresa la circolare del Ministero dei Trasporti del 17 gennaio 2014 che regolamenta la sostituzione degli pneumatici invernali con gli estivi (a partire dal 16 aprile ed entro il 15 maggio compreso).

Cambio gomme stagionale, cosa cambia con il Covid-19

Evidente, quindi, la necessità di avere più tempo per mettersi in regola con il cambio gomme. Per questo le associazioni di categoria hanno proposto e ottenuto una proroga delle scadenze per sostituire gli pneumatici invernali con quelli estivi, dal 15 maggio al 15 giugno 2020. Lo hanno chiesto, in una nota congiunta, il presidente di Aniasa Massimiliano Archiapatti, il direttore di Assogomma Fabio Bertolotti, il segretario generale dell’AIRP Renzo Servadei, il portavoce nazionale dei gommisti Giuseppe Calì, il presidente nazionale dell’autoriparazione (Confartigianato) Alessandro Angelone.

Approfondisci: i 5 consigli per una corretta manutenzione degli pneumatici

CORONAVIRUS, I GOMMISTI SONO APERTI

Gli automobilisti, in grado di fornire comprovata motivazione del loro spostamento, possono utilizzare la propria auto, che deve rispettare le norme del Codice della Strada, compresa la circolare del Ministero dei Trasporti che disciplina il cambio stagionale degli pneumatici.

Cambio gomme invernali, cosa succede con il Covid-19

Per questo, i gommisti possono svolgere la loro attività di manutenzione, riparazione e commercio al dettaglio, a condizione che rispettino le misure di contrasto alla diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro, come il distanziamento sociale e gli ingressi in modo dilazionato. Una buona pratica potrebbe essere quella di operare su appuntamento.

Leggi anche: quanto convengono gli pneumatici 4 stagioni?

COSA PREVEDE LA NORMA PER IL CAMBIO GOMME STAGIONALE

Le normative vigenti prevedono che al termine del periodo di vigenza delle ordinanze invernali (il 15 aprile) sia necessario provvedere allo smontaggio delle gomme invernali e al rimontaggio degli pneumatici estivi, a partire dal 16 aprile ed entro il 15 maggio compreso.

Consigli per la manutenzione degli pneumatici

Questa necessità diventa un obbligo per quei veicoli che montano pneumatici invernali con codice di velocità inferiore rispetto a quello riportato sulla carta di circolazione. Pena la non conformità alle specifiche di omologazione del veicolo e il rischio di sanzioni.

Coloro i quali dispongono di pneumatici invernali con codice di velocità pieno possono effettuare la sostituzione anche in tempi successivi, senza incorrere in sanzioni.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia