Come il canale indiretto del Nlt sta affrontando l’emergenza Coronavirus

L’emergenza Coronavirus colpisce anche e soprattutto il settore delle pmi. Ci saranno, dunque, ripercussioni anche sul canale indiretto del noleggio a lungo termine, che però può attrezzarsi (e lo sta facendo) per ripartire quando la situazione lo consentirà.

Il canale indiretto del noleggio a lungo termine è un settore molto dinamico: l’interesse crescente di pmi e privati per la formula del renting ha spinto nel periodo più recente alla nascita di progetti innovativi e molto interessanti. Ora, però, l’emergenza Coronavirus ha travolto l’Italia, le aziende (in maniera particolare le pmi) e, quindi, anche il comparto del noleggio.

coronavirus e canale indiretto noleggio a lungo termine

Di fronte a questa situazione, il settore vuole resistere, reagire e prepararsi a ripartire al meglio quando la situazione lo consentirà. A questo proposito, abbiamo raccolto la testimonianza di Luca Cantoni, Ceo di Horizon, un neocostituito “Mobility Hub” frutto dell’unione imprenditoriale tra lo stesso Cantoni e due concessionari lombardi che da anni coltivano, con importanti risultati, il business del Nlt, Denicar (dealer FCA e Opel) e Autorigoldi (dealer Volkswagen e Skoda).

Approfondisci: cos’è Horizon, il nuovo Mobility Hub

IL VALORE DEL DIGITAL

“Finora, nella nostra realtà, non stiamo vedendo un calo drammatico. E questo dimostra la bontà del nostro progetto e dell’impianto strategico e produttivo improntato sul digital” spiega Cantoni. Innegabile, però, “che l’onda lunga dell’emergenza arriverà”, considerando limpatto del Coronavirus sull’economia e, in particolare, sulle pmi.

Luca Cantoni Horizon

Un recentissimo Outlook sul settore prevede nei prossimi tre mesi un decremento del fatturato delle pmi che va dal 33% al 50%. “Il problema sarà nei prossimi mesi, perché adesso stiamo ancora raccogliendo quello che abbiamo seminato all’inizio dell’anno” continua Cantoni.

Un fatto è certo: il digital assumerà un ruolo sempre più importante. “A fronte di un decremento nella domanda di mobilità, ci sarà un maggiore approccio on-line”. Su questo aspetto Horizon sta lavorando molto.

Leggi anche: come il noleggio a lungo termine sta fronteggiando l’emergenza

SERVIZI PER RIPARTIRE

Di sicuro, ci sono alcuni fattori che chi lavora nell’ambito del noleggio deve tenere presente. “In primis, la capacità di rivolgersi a settori merceologici che, anche in questo periodo, continuano a produrre e sono dotati di flotte aziendali, come il mondo farmaceutico, la grande distribuzione e L’IT”.

Sede Horizon Trezzano sul Naviglio

 

In secondo luogo, “i noleggiatori dovranno gioco forza rivedere i parametri di valutazione del credito” per sostenere la domanda, una volta che sarà ripartita. Terzo, ma non ultimo, “i concessionari che puntano sul noleggio dovranno avere la capacità di elaborare progetti che escano dal concetto di territorialità”. Dunque, offerte on-line e servizi a valore aggiunto, come per fare un esempio, le consegne a domicilio. Tutto questo servirà al settore per ripartire il più velocemente possibile.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia