9 Giugno 2016

Car Design Award 2016: premio a Volvo per il “brand language”

Ha scelto il palcoscenico del Salone Parco Valentino a Torino per il suo ritorno a distanza di quasi vent’anni.

Riproposto grazie a Silvia Baruffaldi, che ha raccolto il testimone alla guida del magazine Auto&Design, il Car Design Award 2016 intende portare all’attenzione collettiva quelle esperienze che stanno segnando il percorso evolutivo nel settore, senza distinzione alcuna tra modelli di serie e prototipi, e con un un particolare accento su concetti chiave quali la “identità di marca”.

Con specifico riferimento all’inedita categoria “Brand Design Language“, la giuria internazionale, formata da direttori e rappresentanti di testate di settore di alto profilo, ha indicato nel lavoro della squadra di creativi di Volvo, diretti da Thomas Ingenlath, un’efficace espressione della svolta formale intrapresa dal marchio svedese.

“Il Brand Design Language è assegnato al team di design che meglio ha lavorato alla consistenza e alla trasversalità del linguaggio formale del marchio sull’intera gamma di prodotto – ha dichiarato la Baruffaldi, che è anche membro della giuria del premio Auto dell’Anno -. Volvo è dunque il primo in assoluto a ricevere questo meritato riconoscimento”.

LA “NUOVA DIREZIONE” DEL CAR DESIGN DI VOLVO

Nella motivazione che ha accompagnato la consegna del riconoscimento si legge del “passaggio a una dimensione più netta, elegante e attuale rispetto alla semplicità organica dell’era precedente”. Modelli come la Volvo V90 e la S90, su cui il costruttore punterà la sua offensiva al settore delle flotte, o anche la XC90 – prosegue il testo – “vantano una bellezza non ostentata, con proporzioni da grandi vetture a trazione posteriore ideali per le ambizioni di Volvo come brand di lusso”.

La conclusione a cui è pervenuta la commissione selezionatrice è che “ogni nuovo modello” del marchio nordico “acquisisce una sua personalità, con la coerenza assicurata dall’inconfondibile calandra e i fari ‘martello di Thor’ (il disegno delle luci diurne a LED ricorda l’attributo tipico del figlio di Odino, NdR)”.

Chiamato a ritirare il riconoscimento, Thomas Ingenlath, responsabile del Design di Volvo Car Group, ha condiviso con la platea l’emozione per il nuovo trofeo che si va ad aggiungere a un lungo elenco per il costruttore svedese, 66 premi internazionali solo nel 2016 limitando il discorso ai lanci più recenti. “Siamo orgogliosi e soddisfatti – ha dichiarato, pensando al lavoro svolto negli ultimi anni -. Quando abbiamo iniziato a lavorare sulla XC90 sapevamo che avevamo la possibilità di portare il brand in una nuova direzione”.

UN PREMIO ITALIANO ED INTERNAZIONALE 

Nel paragonare l’offerta prodotto di Volvo a una famiglia, Ingenlath ha accennato a “molti caratteri diversi: tratti forti e decisi o raffinati, eleganti e sofisticati, dinamici e giovanili. Ciò che abbiamo fatto è dare spazio a ciascuna di queste espressioni, in modo che possano brillare, sempre però nel rispetto del nostro straordinario patrimonio in chiave heritage”.

Facce di una stessa figura, dotate però al contempo di un carattere unico. Un tratto che non mancherà di essere apprezzato nel nostro Paese, “da sempre la patria dello stile dell’auto”, come ha sottolineato Michele Crisci, presidente di Volvo Car Italia. Che ha aggiunto: “Siamo particolarmente contenti di poter dare un prestigioso contributo italiano alla lunga serie di premi ottenuti quest’anno dalle nostre automobili”. Il Car Design Award, ha ripreso il Numero Uno, è “un premio che sottolinea il bellissimo lavoro d’insieme fatto dai nostri designer a Goteborg per ridefinire lo stile Volvo al di là dei singoli modelli”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia