Car sharing: DriveNow introduce il credito prepagato per le aziende

DriveNow, il car sharing di Bmw attivo su Milano, ha introdotto un nuovo servizio per le aziende dotate di corporate account: la funzione “Credito Prepagato”. Funziona come una carta prepagata e viene ricaricato a seconda delle specifiche esigenze di mobilità, con la comodità di un'unica fattura.

I servizi di car sharing di DriveNow si avvicinano ancora di più alle esigenze aziendali: d’ora in poi sarà possibile per gli utenti business prepagare le corse di collaboratori e dipendenti. Il credito – che può andare da un minimo di 500 euro a un massimo di 10mila euro – andrà a scalare, come in una carta prepagata. Questo significa per l’azienda la comodità di una fattura unica, abbinata a un report settimanale dei viaggi fatti dai dipendenti.DriveNoe per le aziende

LA FUNZIONE “CREDITO PREPAGATO”

DriveNow è il car sharing del Gruppo Bmw, in Italia con 500 vetture Bmw  e Mini  nelle diverse serie e versioni operative a Milano, dove ha raggiunto i 100mila clienti attivi. D’ora in poi le imprese che hanno un corporate account DriveNow (la cui attivazione è gratuita) con la nuova funzione “Credito Prepagato” possono acquistare credito a seconda delle specifiche esigenze di mobilità, che verrà poi fatturato in un’unica soluzione.

Spiega Andrea Leverano managing director di DriveNow in Italia: “I nostri clienti-azienda hanno sperimentato come l’utilizzo delle nostre vetture, tutti modelli Bmw e Mini, certamente le più adatte, anche in termini di rappresentanza, agli spostamenti di collaboratori e dirigenti, conceda un significativo risparmio, trasparenza ed oggi, attraverso la soluzione di credito prepagato con unica fattura, anche efficienza gestionale”.

Leggi anche: Quanto costa il car sharing di DriveNow?

DRIVENOW PER LE AZIENDE

Quando l’azienda attiva un corporate account DriveNow dà a tutti i dipendenti e collaboratori la possibilità attraverso la propria applicazione sullo smartphone di indicare se il viaggio è a fini personali o aziendali. In quest’ultimo caso il dipendente non pagherà nulla ma imputerà il costo del noleggio direttamente all’azienda che, a sua volta, riceverà un report settimanale con indicazione dettagliata dei viaggi effettuati da tutti gli utilizzatori-dipendenti, dei tempi di utilizzo e del costo della singole corsa.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia