Car Sharing aziendale: la frontiera del Mobile Payment

In inglese chiama “Mobile Payment” ed è la nuova frontiera del car sharing aziendale. O meglio, è il car sharing che per primo sta veicolando e rendendo popolare il pagamento tramite lo smartphone. Una metodologia che incontra il favore dei driver, dei Fleet Manager e, in generale, degli automobilisti. Ne abbiamo parlato a Smart Mobility World, l’evento andato in scena a fine ottobre all’Autodromo di Monza, con Ivano Asaro, ricercatore del Politecnico di Milano, che ha tracciato i futuri scenari del Mobile Payment.

AUTO CONDIVISE – Una delle applicazioni più interessanti e già concrete del Mobile Payment è il car sharing aziendale, declinazione molto in voga dell’auto condivisa. “Il car sharing, nelle città in cui è stato lanciato, sta ottenendo numeri interessantissimi. Il pagamento tramite smartphone, in questo senso, è uno strumento potentissimo” spiega Asaro. I numeri sintetizzano in maniera chiara queste parole, dato che, rivela il ricercatore del Politecnico di Milano, “lo scorso anno sono stati pagati oltre 2 milioni di viaggi in car sharing tramite smartphone”.

VIDEO: INTERVISTA A IVANO ASARO, RICERCATORE DEL POLITECNICO DI MILANO

GLI ALTRI AMBITI DI APPLICAZIONE – Oltre al car sharing aziendale, altri sono gli ambiti possibili di applicazione del pagamento tramite smartphone. “Si va dai servizi di pagamento del parcheggio tramite app, o all’acquisto tramite il telefonino dei biglietti del pullman. Non dimentichiamo poi il pagamento del taxi e delle zone ZTL”. Nel 2014, non a caso, sono stati venduti oltre 3 milioni di biglietti del bus tramite smartphone, il doppio rispetto al 2013.

RIFORNIMENTO SMART – Il pagamento del carburante è un’altra frontiera molto importante, che potrebbe contribuire ad avvicinare il grande pubblico al Mobile Payment. “A livello di carburante – sottolinea Asaro – ci sono stati accordi tra i distributori e i player del Mobile Payment. Anche in questo ambito si è capito che il Mobile è uno strumento molto potente per raggiungere diversi target di utenti”.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia