Car sharing e Coronavirus, istruzioni per l’uso

Per utilizzare un'auto in car sharing proteggendosi dal Coronavirus è bene stare attenti al contatto con le superfici potenzialmente contaminate. Bene disinfettare mani, maniglie, volante e tutto ciò che viene toccato.

Coronavirus e Car Sharing, come comportarsi? L’allarme COVID-19 sta dando un brutto colpo al settore dei trasporti. Le persone, per prudenza e per contenere i contagi, si spostano meno. In particolare, i mezzi pubblici sono sempre meno frequentati e il Rent-a-car è in crisi.

car sharing

L’auto personale è considerata il modo più sicuro per spostarsi (ma anche qui ricordiamo di lavarci le mani, prima e dopo il viaggio) ma cosa bisogna fare con il car sharing?

CAR SHARING E CORONAVIRUS

L’auto condivisa, rispetto ai mezzi pubblici, ha il vantaggio di potere essere usata singolarmente, quindi senza stare in prossimità con altri. Il problema è che il Coronavirus sopravvive a lungo sulle superfici, come il volante, la leva del cambio, il cruscotto.

Quanto di preciso non è ancora dato saperlo, ma le prime ricerche parlano anche di giorni. In generale, i virus prediligono gli ambienti chiusi e limitati, come l’abitacolo delle auto. Come fare, quindi?

Leggi anche: Come funziona il car sharing?

Istruzioni per l’uso

Le goccioline di saliva espulse semplicemente parlando, o tossendo e starnutendo, sono la via di contagio più diretta. Per questo fra le disposizione del Ministero della Salute c’è l’indicazione di rispettare la distanza di almeno un metro dalle persone.  Queste micro gocce possono facilmente aderire all’abitacolo della vettura e il virus rimanere attivo per giorni.

Prendendo un’auto in car sharing dobbiamo sicuramente stare attenti a dove mettiamo le mani, e a non portarle mai alla faccia. Tuttavia è possibile guidare senza rischi un’auto condivisa applicando con scrupolo le regole di igiene già definite dal Ministero della Salute.

  1. Il primo passo è aprire le porte e lasciare ventilare il veicolo per qualche secondo
  2. Le maniglie della porta, interne ed esterne, il cruscotto e tutte le superfici di contatto – volante, leva del cambio, freno a mano, pulsanti – possono contenere il virus. Quindi, prima di usare il veicolo, è bene pulire queste parti con una soluzione idroalcolica (ovvero composta di acqua e alcol, che ha potere disinfettante. Se ne trovano di diverse marche in commercio)
  3. Volendo aggiungere una protezione maggiore, si possono indossare guanti monouso in nitrile
  4. Lasciato il veicolo, è sempre utile lavarsi le mani con acqua e sapone, o altrimenti disinfettarle con una soluzione idroalcolica

L’apparenza inganna

Da tenere presente che non c’è relazione fra quanto l’auto in car sharing sembri in ordine e pulita e quanto sia un possibile veicolo di contagio. Una maniglia scintillante o un volante lindo possono comunque ospitare sulla loro superficie il coronavirus, o altri tipi di virus e batteri.

È sufficiente che queste superfici siano state toccate da una persona infetta per essere contaminate. In generale, le superfici più esposte sono quelle toccate più spesso da molte persone, come le maniglie delle porte, i corrimano, le pulsantiere di qualunque tipo o i sostegni cui aggrapparsi sui mezzi del trasporto pubblico.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia