Il car sharing elettrico arriva a Bergamo, grazie a ALD, Lozza Spa e al Comune

Anche Bergamo avvia il suo servizio di car sharing elettrico. A portata di click, con la app Popmove, 10 auto elettriche da condividere, che potranno circolare in tutte le ZTL e parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu e gialle.

Anche Bergamo avvia il suo servizio di car sharing elettrico. Si chiama Muoviti Controcorrente – Car Sharing Bergamo by Lozza e nasce grazie alle sinergie realizzate tra Lozza Spa (service ufficiale Mercedes Benz  e Smart) ALD Automotive e Comune di Bergamo. A disposizione 10 auto elettriche in sharing, posizionate in 5 stalli.

CAR SHARING ELETTRICO A BERGAMO

“Bergamo è il nucleo centrale della nostra strategia. Un percorso ambizioso con cui vogliamo mettere a disposizione del territorio, delle imprese e dei privati, soluzioni di mobilità integrata a basso impatto ambientale collegate a un’efficiente rete di infrastrutture di ricarica. Una sfida che possiamo realizzare solo costruendo sinergie con le istituzioni che in questo contesto rivestono un ruolo strategico”
Crescenzo Ilardi, Head Of Market Sales & Customer Management di ALD Automotive

Car (e Ride) sharing stanno contribuendo a trasformare il volto di metropoli come Milano,  Parigi, Amsterdam. Anche in una città più piccola, come Bergamo, il servizio sarà utile sia ai cittadini sia ai turisti . Tra i vantaggi attesi, un potenziale allungamento  dei giorni di permanenza in città oltre ai benefici immediati per quanti sceglieranno di soggiornare  in Città Alta, area spesso chiusa al traffico.

Leggi anche: Auto elettrica: l’offerta a 360 gradi di ALD Automotive

I VANTAGGI PER CHI GUIDA ELETTRICO

L’unione tra pubblico e privato è uno degli elementi che più caratterizzano la smart mobility mobilità. L’ottica è quella di una mobilità integrata, in cui lo sharing elettrico diventa una componente importante della viabilità urbana.

A oggi, sul territorio di Bergamo, sono già presenti 32 colonnine pubbliche  e 4 sono state inaugurate di recente al nuovo gasometro. Con questo progetto si fa un ulteriore passo in avanti, sia in termini di infrastrutture che di agevolazioni nel servizio, con l’obiettivo di incidere nei comportamenti degli utenti, generando un approccio culturale alla mobilità più sostenibile e consapevole. A tal fine, il Comune di Bergamo ha varato una delibera  con cui si sono stabiliti dei vantaggi per chi guida elettrico.

Le auto elettriche private potranno:

  • circolare in tutte le ZTL previa registrazione con il Comune
  • parcheggiare gratuitamente con il “disco orario” nelle zone blu sostando il tempo massimo previsto dalla zona blu in cui si è posteggiato o cambiando il “disco orario” in caso di sosta prolungata

Le auto elettriche in car sharing potranno:

  • transitare in tutte le ZTL
  • parcheggiare gratuitamente  nelle zone blue nelle zone gialle residenti

I DETTAGLI DEL SERVIZIO

Il servizio è disponibile tramite l’app “Popmove” inserendo il numero di patente e la carta di credito e non c’è bisogno di sottoscrivere una tessera.  La tariffa è la seguente: 

  • € 0,20 al minuto 
  • € 8 all’ora 
  • € 56 al giorno 
  • € 112 per il weekend 
  • € 358 a settimana 

Per concludere il servizio, la macchina deve essere riconsegnata allo stesso stallo in cui è stata presa e messa in carica (l’apertura è dal frontale dell’auto, dove c’è lo stemma metallico). Sono 5 gli stalli in città, così da consentire una nuova fruizione urbana a cittadini e turisti:

  • In Città Bassa: Sentierone; Croce Rossa di Loreto; Palazzetto dello Sport
  • In Città Alta: Colle Aperto e Piazza Mercato del Fieno  

Per quanto riguarda le zone di percorrenza, ci si può muovere liberamente sfruttando le colonnine elettriche. Si può andare ovunque, si paga fino alla riconsegna dell’auto in  uno dei 5 stalli.

UN TREND IN CRESCITA

Le  case automobilistiche sono sempre  più alla ricerca di modelli di business che mettano insieme le due dimensioni: sharing e green.  Si stima che i car makers presenteranno da qui al 2025 oltre 200 modelli elettrici nuovi,  con investimenti  per 300 miliardi di dollari nel settore della e-mobility tanto che si ipotizza che nel 2040 il 50%  delle nuove auto sul mercato saranno immatricolazioni elettriche.

“Con quasi un milione di veicoli a noleggio su strada e oltre 1,8 milioni di utenti per il car sharing, l’Italia è il primo Paese europeo nel car sharing, seguito dalla Germania”, ricorda Alberto Lozza, Presidente Lozza Spa.

Come confermato dal 18° Rapporto Aniasa, ogni giorno 33.000 persone usano il car sharing. Nel 2018, in particolare, il settore del noleggio e del vehicle sharing ha complessivamente registrato una crescita della flotta  che ha superato il milione di veicoli in circolazione (1.092.000 unità e + 12% vs 2017). Il car sharing nel 2018 ha totalizzato grandi numeri:

  • quasi a 1 milione e 800mila iscritti
  • una flotta di 6.600 unità
  • il numero  di noleggi è cresciuto circa del 27% rispetto al 2017, raggiungendo quasi i 12 milioni di contratti.

Milano e Roma si confermano regine dell’auto condivisa con 9,5 milioni di noleggi, oltre l’80% del totale.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia