E-Way: il car sharing elettrico sul lago di Garda con Renault Zoe

Il car sharing elettrico arriva sul lago di Garda: è stato inaugurato e-Way, progetto innovativo di Garda uno e Renault che sarà attivo a partire da agosto in 13 Comuni della zona. Ecco come funziona.

Oggi a Desenzano del Garda è stato inaugurato e-Way, innovativo servizio di car sharing elettrico che coinvolgerà 13 Comuni del lago di Garda, e che sarà aperto al pubblico dal primo agosto. Protagonista: la Renault Zoe.

L’iniziativa di car sharing extraurbano è stata promossa dalla multiutility pubblica Garda Uno e da Renault, in partnership con le località coinvolte nel progetto, tra le quali capofila è la Città di Desenzano del Garda. La scelta della zona non è casuale: dal 2016, infatti, sulla sponda bresciana del lago, è stato costruito, per iniziativa di Garda uno, un network di stazioni di ricarica (oggi 17, ma il progetto ne prevede in totale 32).

Car sharing elettrico e-way

Approfondisci: quali sono i numeri del car sharing in Italia?

COME FUNZIONA IL CAR SHARING ELETTRICO SUL LAGO DI GARDA

Il progetto e-Way, il cui nome completo è Benaco Electric Share Tour (BEST) e-Way, è frutto di un investimento di 830mila euro (sostenuto per il 60% dal Ministero dell’Ambiente e per il 40% da Garda Uno e dai Comuni) è costruito attorno a quattro stazioni di riferimento situate in zone strategiche: Desenzano, Padenghe, Salò e Peschiera. Si comincerà con una flotta condivisa di 8 Renault Zoe (destinata ovviamente a salire), alla quale entro la fine dell’anno si aggiungeranno altrettanti scooter. Si parte con il pubblico dal primo agosto, perché, come hanno sottolineato le istituzioni della zona, questo primo mese verrà utilizzato per i test della formula e per la risoluzione delle ultime pratiche burocratiche. Per Renault si tratta dell’ennesimo impegno in un servizio di auto condivisa, come dimostra, tra gli altri, il recente esempio di Corrente a Bologna.

Car sharing elettrico Renault Zoe

Sarà un car sharing elettrico “point to point”, ovvero l’auto andrà presa e lasciata nella stessa stazione. Come funziona? L’utente dovrà prima di tutto registrarsi sul sito, scaricare la app del servizio, e prenotare il veicolo, scegliendo la stazione preferita, la data di inizio e la data di restituzione del mezzo. La prenotazione può avvenire da 30 giorni a 5 minuti prima del noleggio.

L’apertura delle Renault Zoe avverrà sempre tramite smartphone, con la app del servizio: per cominciare il noleggio occorrerà togliere il cavo di carica dal veicolo, verificare lo stato dell’auto e, quindi, iniziare il viaggio, con la possibilità successiva di ricaricare il veicolo in caso di necessità sia nelle altre stazioni di car sharing, sia presso altre colonnine situate sulle sponde del lago di Garda.

Leggi anche: le caratteristiche della nuova Zoe

QUANTO COSTA IL CAR SHARING ELETTRICO E-WAY

Il car sharing elettrico e-Way costerà 15 euro all’ora (frazionabili in tempi di un quarto d’ora), ma per chi desidera un noleggio più lungo ci sono le tariffe di 50 euro al giorno e di 90 euro per un weekend. Previsti anche pacchetti pensati per gli studenti e i lavoratori: 18 euro per noleggiare la vettura dalle 7 alle 14.

Ci saranno inoltre sconti del 20% sulle tariffe ordinarie per gli studenti under 25 e del 50% per i dipendenti di Garda uno, oltre alle convenzioni che verranno stipulate con gli enti pubblici. 

Renault Zoe car sharing elettrico e-way

“Con le nostre Renault Zoe, sarà possibile effettuare il tour completo del lago di Garda con l’auto elettrica. Siamo pionieri dell’e-mobility e leader del car sharing elettrico in Europa, con oltre 7mila veicoli coinvolti. Qui in Italia abbiamo voluto promuovere ovunque il car sharing, dal nord al sud” ha dichiarato Francesco Fontana Giusti, direttore comunicazione e immagine di Renault Italia. E questo progetto ne è una testimonianza lampante.

Grazie a un’autonomia di oltre 300 km reali, Zoe, ha aggiunto Fontana Giusti, “può uscire dai confini urbani. Si tratta di una sfida, che testimonia la nostra volontà di costruire la mobilità del futuro”.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia