6 Settembre 2018

Car sharing elettrico al Sud Italia, un fenomeno in crescita

La diffusione della mobilità elettrica in Italia passa anche attraverso il car sharing, che nel 2017 ha registrato una crescita del 21% rispetto all’anno precedente. Il fenomeno sta prendendo piede non solo al Nord. Sono diversi, infatti, i servizi di car sharing elettrico al Sud Italia. Dalla Sicilia alla Campania, fino alla Puglia.

4USMobile car sharing elettrico

Palermo (car sharing Palermo, a marchio “Io Guido”), Catania (Adduma Car) e Napoli (Amicar Sharing), arrivando fino a Latina (Eppy), sono le città che propongono il car sharing elettrico. Ma c’è anche 4USMobile, il primo servizio di car sharing elettrico a flusso libero nella “Metropoli Diffusa del Basso Salento”.

Approfondisci: aree operative e vandalismi, la lotta quotidiana del car sharing

CAR SHARING ELETTRICO A PALERMO

Dal 2009, nella città di Palermo, è attivo uno dei più importanti servizi pubblici di car sharing station based d’Italia, a marchio “Io Guido”, gestito da Amat Palermo, che conta una flotta di 160 vetture, di cui 24 auto elettriche (Renault Zoe), 85 parcheggi, con oltre 300 stalli presenti in tutta la città, più di 5300 abbonati ed una gestione in area vasta che comprende le città di Trapani, Alcamo, Castellammare del Golfo, Scopello, Monreale e i due aeroporti di Palermo e Trapani.

Car sharing elettrico Renault Zoe Palermo
Il sistema di auto condivise è integrato con un servizio di bike sharing che conta 400 biciclette e 37 ciclostazioni.

Nel 2017 è stato, inoltre, inaugurato il primo car sharing europeo per guidatori disabili agli arti inferiori, con l’utilizzo di vetture appositamente attrezzate con comandi al volante. Da oggi al 2020 è in programma non soltanto l’aumento della flotta e gli spazi a riservati, ma soprattutto l’implementazione di un nuovo servizio free floating che andrà ad aggiungersi all’attuale station based. Prevista pure l’estensione del car sharing nelle città di Marsala ed Agrigento.

Il costo del servizio si compone di due parti: quota fissa di abbonamento annuale (25 euro o 35 euro, nel caso dell’integrazione con lo bike sharing; per gli enti e le aziende Amat ha previsto speciali convenzioni; c’è anche la possibilità di acquistare stock di tessere con sconti progressivi fino al 50%) e tariffa proporzionale all’effettivo utilizzo dell’auto (durata della corsa, fascia oraria e chilometri percorsi).

Le tariffe includono il carburante, le polizze assicurative e l’uso gratuito dei parcheggi a pagamento (strisce blu e parcheggi ad uso esclusivo) e delle corsie preferenziali.

CAR SHARING ELETTRICO ADDUMA CAR A CATANIA

A Catania Adduma Car lancia il progetto “Italy Green Tour”, dedicato alla mobilità turistica: 10 Nissan Leaf 100% elettriche compongono la flotta del servizio di car sharing elettrico station based all’aeroporto Fontanarossa di Catania.

Car sharing elettrico Nissan Leaf Catania

Per poterle noleggiare basta scaricare l’app di Adduma Car sul proprio smartphone e registrarsi al servizio. Il costo giornaliero è di circa 60 euro.

Approfondisci: il lancio del servizio all’aeroporto di Catania

CAR SHARING ELETTRICO AMICAR A NAPOLI

Amicar Sharing è il servizio di mobilità condivisa e sostenibile attivo a Napoli. Il car sharing elettrico partenopeo permette di entrare all’interno delle Ztl e utilizzare le corsie preferenziali (opportunità negate agli altri veicoli).

Car sharing elettrico Napoli

La flotta del car sharing elettrico Amicar è composta da 8 Renault Zoe e 3 Renault Kangoo Z.E. Per l’uso dei veicoli, sono disponibili 4 punti di prelievo e consegna (Maschio Angioino, museo, piazza degli artisti e parcheggio Brin).

Tariffa: 14 centesimi al minuto e 18 centesimi al chilometro. C’è poi la tariffa flat (45 euro) per i noleggi continuativi di durata superiore a 180 minuti. Registrazione e prenotazione dei veicoli tramite web o app.

In particolare, il servizio di van sharing si rivolge ai piccoli operatori commerciali, i quali possono usufruire dei furgoni elettrici per spostarsi nelle Ztl senza dover richiedere permessi speciali. Il servizio di condivisione dei furgoni è utile anche per esigenze domestiche, come un piccolo trasloco.

CAR SHARING ELETTRICO 4USMOBILE IN SALENTO 

Il 1° luglio è partito 4USMobile, il primo servizio di car sharing a flusso libero nella “Metropoli Diffusa del Basso Salento”. Il progetto abbraccia 97 Comuni e 100 frazioni, per un’aerea di circa 3.000 kmq con 800mila abitanti.

4USMobile car sharing elettrico Salento come funziona

Attualmente la flotta del car sharing elettrico 4USMobile è composta da 10 Renault Zoe, ma si pensa di ampliare il parco auto entro la fine del 2018, per un totale di 50 auto elettriche.

L’iscrizione a 4USMobile (leggi qui come funziona) ha un costo di 10 euro (sono inclusi 30 minuti gratis). La quota è ridotta a 1 euro fino al 31 dicembre, in promozione. La tariffa di utilizzo del car sharing elettrico del Salento è di 29 centesimi al minuto, mentre il costo giornaliero è di 50 euro.

Inclusi i costi di assicurazione, manutenzione, ricarica elettrica (sono disponibili 45 colonnine di ricarica, 30 di Enel X e 15 di 4USMobile) e parcheggio, oltre all’accesso libero alle Ztl.

La Renault Zoe del car sharing 4USMobile

Per utilizzare il car sharing elettrico 4USMobile, basta prenotare la Renault Zoe più vicina attraverso l’app per smartphone (Android, iOS e Windows Phone) o il sito www.4usmobile.com. Le auto elettriche possono muoversi tra i vari Comuni del Basso Salento, dall’aeroporto di Brindisi a Santa Maria di Leuca, passando per Lecce, Nardò, Gallipoli, Maglie, Otranto e Tricase. Al termine del noleggio, però, le auto devono essere parcheggiate all’interno delle green zone.

Al momento l’unica green zone attiva è quella del Comune di Tricase. A breve, seguirà Lecce e poi i principali Comuni della provincia (Galatina, Maglie, Gallipoli, Otranto e Santa Maria di Leuca), assicurando pure il collegamento con l’aeroporto di Brindisi.

Leggi anche: Car sharing+elettrico: gli ingredienti della mobilità green promossa da Targa Telematics

CAR SHARING ELETTRICO EPPY A LATINA

Dal 1° giugno a Latina è nato Eppy (Elettra Point to Point by Yourself), un servizio di car sharing a flusso libero 100% elettrico. Oggi Eppy è operativo con i primi 14 veicoli elettrici della gamma Renault Z.E. (la berlina compatta Renault Zoe, il veicolo commerciale Renault Kangoo Z.E. e il quadriciclo Renault Twizy). Il progetto di ampliamento punta a un totale di 50 unità nell’arco di 18 mesi.

Car sharing elettrico Eppy Latina Renault Zoe

Per utilizzare il car sharing elettrico Eppy è necessario scaricare l’app mobile Eppy (disponibile per Android e iOS) e registrarsi gratis. Dopo aver compiuto queste due semplici operazioni, si può cercare l’auto più vicina, avviare il noleggio e terminarlo secondo le esigenze personali, lasciando il veicolo nella zona contrassegnata in blu sulla mappa.

Fino a settembre, inoltre, è possibile utilizzare il servizio di car sharing elettrico gratuitamente per un’ora al giorno. Il costo al minuto è di 25 centesimi. Oltre le 4 ore scatta la tariffa flat di 45 euro, senza ulteriori incrementi fino alle 24 ore successive a quella di prelievo.

La flotta Eppy beneficia, ovviamente, di tutti i vantaggi legati all’utilizzo dei veicoli elettrici. È possibile parcheggiare sulle strisce blu gratuitamente (anche al Lido di Latina durante l’estate) e circolare all’interno delle Ztl.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia