Car sharing e servizi per le aziende: operatori a confronto

Quello tra car sharing e flotte aziendali è un binomio sempre più affermato. Non a caso, l’ultimo Rapporto Aniasa ha dedicato un capitolo specifico al boom del servizio di auto condivisa.

Il car sharing è una realtà ormai assodata nelle principali città italiane. In parallelo al suo sviluppo, crescono anche i servizi che la formula è in grado di offrire per le aziende.  Non si tratta tanto di tariffe dedicate, quanto di gestire la fatturazione in modo semplice e coerente.

UNA PANORAMICA DEI PRINCIPALI OPERATORI

Servizio Le auto Città Costo di iscrizione Tariffa Servizi per le aziende
Car2go Oltre 2.000 Smart (fortwo e forfour) Milano, Torino, Roma, Firenze 9 euro 0,24 -0,26 euro al minuto.

Tariffa oraria 13,90 euro, giornaliera 59 euro

Due possibilità: Business Profile e Business Account
Enjoy Oltre 2.000 Fiat 500 (+ gli scooter Piaggio) Milano, Roma, Torino, Firenze, Catania Nessuno 0,25 euro al minuto Allo studio (lancio previsto fine 2016)
GirAci 350 – vari modelli – Verona, Bari, Milano, Genova, Firenze Variabile a seconda delle città Diversificato a seconda della zona Proposte personalizzate per grandi aziende e enti pubblici
Share’ngo 1.400 quadricicli elettrici ZD1 Milano, Firenze, Roma 10 euro 0,28 euro al minuto la tariffa base (possibili personalizzazioni) A partire da gennaio 2017 possibilità di profili aziendali
DriveNow 480 BMW e Mini Milano 29 euro 0,31 – 0,34 euro al minuto Allo studio (lancio previsto fine 2016)

 

 

CAR2GO HA SUPERATO I 300MILA ISCRITTI IN ITALIA

evento-car-sharing-aziendale-car2go-2016
Le nuove auto della flotta Car2go

Car2go ha superato i 300mila iscritti in Italia e i 2 milioni di iscritti a livello mondiale (Milano e Roma sono nella “top 10” delle città con più iscritti). Nel dettaglio, il servizio conta 123.000 iscritti e 20 milioni di chilometri percorsi a Milano; 125.000 iscritti e 14 milioni di chilometri percorsi a Roma; 26.000 iscritti e 2.5 milioni di chilometri percorsi a Firenze; 29.000 iscritti e 2 milioni di chilometri percorsi a Torino.

Le tariffe sono state ridotte da 29 centesimi a 24 centesimi per il modello fortwo e 26 centesimi per il modello forfour, presente al momento solo a Milano. L’iscrizione è scesa a 9 euro una tantum. La tariffa oraria è di 13,90 euro e quella giornaliera, comprensiva di 200 km, è di 59 euro. Complessivamente, le vetture Car2go in Italia sono oltre duemila.

PER SAPERNE DI PIÙ

 

Qualche mese fa è arrivata a Milano la nuova flotta: 750 Smart fortwo + 50 Smart forfour a quattro posti. Sempre lo scorso mese è arrivata la nuova Smart fortwo anche a Torino, dove ora in totale ci sono 450 veicoli. A Roma (600 auto) e a Firenze (220 auto) è previsto il cambio della flotta nel 2017.

Grossi numeri anche per quanto riguarda il fronte aziendale, come spiega Giovanni Maistrello, national key account di Car2go Italia:

Sono circa 4.500-5.000 aziende che gravitano nei centri cittadini e negli aeroporti. Il meccanismo dell’offerta per le aziende è ormai consolidato e l’utente corporate può accedere al servizio attraverso due opzioni: aprendo un Business Profile oppure creando un Business Account

Il Business Profile è attivabile inserendo l’indirizzo dell’azienda e una carta di credito, personale oppure aziendale. Questo strumento consente al dipendente di ricevere i giustificativi giornalieri in un’area riservata del suo account, per poi inserirli eventualmente nella nota spese. Il secondo strumento, il Business Account, prevede invece la fatturazione diretta e mensile all’azienda.

Enjoy Fiat 500L car sharing
La Fiat 500L in dotazione per Enjoy

ENJOY, 5 CITTÀ E 9 MILIONI DI NOLEGGI

Enjoy ha 530mila utenti iscritti nelle 5 città in cui è attivo, con oltre 9 milioni di noleggi. A Milano, su un’area di circa cento km quadrati, dispone di oltre 900 Fiat 500 e 150 scooter MP3 Piaggio; a Roma sono 600 Fiat 500 che coprono cento km quadrati e 300 scooter MP3 Piaggio che ne coprono circa la metà; a Torino 400 Fiat 500 per 50 km quadrati; a Firenze 200 Fiat 500 per 56 km quadrati e a Catania 170 Fiat 500 e 30 scooter per 30 km quadrati. Come sottolinea Giuseppe Macchia, manager a capo di Enjoy:

Gli iscritti aumentano ogni giorno fin dal lancio avvenuto a dicembre 2013. Per rispondere a questa domanda crescente ci stiamo concentrando sull’ampliamento dei servizi da integrare nella nostra offerta, come ad esempio la prossima apertura di parcheggi presso gli aeroporti di alcune città in cui siamo presenti (a Linate siamo già presenti da due anni)

La tariffa – sia per le auto che per gli scooter – è unica per il movimento e la sosta: 25 centesimi al minuto per le vetture (superati i 50 km, il prezzo è di 25 centesimi al chilometro) e 35 centesimi al minuto per le due ruote, sempre con la possibilità – dopo i 50 Km- di pagare 35 centesimi al chilometro.

PER SAPERNE DI PIÙ

 

Non è previsto alcun costo di iscrizione per clienti con patente italiana. Per i clienti con patente estera è previsto un costo iniziale di 10 euro, di cui 5 vengono poi restituiti in forma di voucher per il pagamento dei noleggi. Sono allo studio delle soluzioni B2B, che Enjoy prevede di lanciare entro la fine del 2016.

ACI Global car sharing GirACIGIRACI, DIVERSIFICARE IL CAR SHARING

ACI Global, attraverso la società controllata Guidami e con una flotta di circa 350 veicoli (di vari modelli e tipologie), di cui il 15% elettrici, è attiva come gestore di car sharing, con il marchio GirACI a Verona, Milano, Firenze, Bari e Genova.

PER SAPERNE DI PIÙ

 

I modelli operativi e di pricing sono diversificati in funzione delle esigenze della clientela e delle amministrazioni comunali: a Verona e Bari il car sharing è a flusso libero con tariffa da 39 centesimi al minuto in movimento e 5 centesimi in sosta; a Milano, Genova e Firenze è a postazioni fisse. Nel capoluogo toscano la tariffa è di 29 centesimi al minuto in movimento e 5 in sosta.  A Milano e Genova va da 2,20 a 3 euro/ora ed è possibile fare un abbonamento da 60 euro.  Elio Barazza, amministratore Unico di Guidami, dichiara che:

ACI Global è anche provider di servizi di assistenza e di Call Center per società che gestiscono flotte ed hanno quindi costante bisogno di manutenerle. Da questo punto di vista, si può dire quindi che ACI Global opera nel car sharing, nella duplice veste di player (attraverso Guidami) e di provider di servizi anche per altre società di car Sharing (e noleggio). Una presenza quindi da protagonista ad ampio raggio d’azione

Per le grandi aziende e gli enti pubblici, Guidami è in grado di formulare interessanti proposte personalizzate, sia in termini di condizioni di pagamento che di offerta economica e di servizio. La modalità “Multiutenza” consente di estendere a diversi dipendenti / collaboratori la possibilità di utilizzare il servizio di car sharing GirACI centralizzandone la fatturazione.

veicolo SHARE'NGO
Uno degli EV della flotta SHARE’NGO

SHARE‘NGO, ELETTRICO A FLUSSO LIBERO

Attivo da oltre un anno, Share‘ngo è il primo servizio di car sharing elettrico a flusso libero e con tariffe personalizzate. L’iscrizione costa 10 euro e comprende 30 minuti di guida gratuita. La tariffa base è di 28 centesimi al minuto, ma si possono ottenere sconti con le tariffe personalizzate e acquistare “pacchetti minuti” che permettono di ridurre molto le tariffe, arrivando a pagare fino a 10 centesimi al minuto. In più, per le donne, le corse notturne sono gratuite dall’una alle 6 del mattino.

Spiega Emiliano Niccolai, amministratore delegato di Share’ngo: “L’auto non è per noi un semplice mezzo per spostarsi in modo semplice ed economico: è molto di più. Ad esempio con un’adeguata connettività ogni auto può diventare un hotspot mobile, una sorta di smartphone su quattro ruote, che consente a chi la guida di comunicare, disporre di servizi on-line informativi sulle cose che lo interessano e gli sono più utili. In prospettiva un po’ più lontana, poi, ma ci stiamo lavorando ora, stiamo elaborando il modello di un magazzino automatico – un car dispenser – che preleva la vettura scarica e la riconsegna carica al cliente. E abbiamo anche avviato le prime sperimentazioni con alcune università italiane sull’auto che si guida da sola, per avere l’opportunità in futuro di garantire un servizio di recupero e consegna dell’auto guidato da remoto”.

PER SAPERNE DI PIÙ

 

A partire da gennaio, ci sarà la possibilità di avere dei profili aziendali con un doppio pin, uno per utilizzare il servizio come persona fisica e uno per utilizzarlo come azienda, con la corrispettiva fatturazione personale o aziendale.

Lancio car sharing DriveNow BMWDRIVENOW, A MILANO CON UN OCCHIO ALLE AZIENDE

DriveNow, ultimo arrivato tra i servizi di car sharing in Italia, dispone di 480 auto BMW e Mini, nella fattispecie 100 BMW Serie 1, 110 BMW Serie 2 Active Tourer, 20 BMW Serie 2 Cabrio, 120 Mini Cooper 5P, 80 Mini Cooper Clubman e 50 Mini Cooper Cabrio.

La tariffa base al minuto varia da 31 a 34 centesimi (per i modelli BMW Serie 2) e comprende i costi di benzina, assicurazione, parcheggio (strisce blu e strisce gialle) e Area C. Durante il noleggio, è possibile sostare in qualsiasi parcheggio consentito al costo di 20 centesimi al minuto. Quota d’iscrizione: 29 euro (una tantum).

PER SAPERNE DI PIÙ

 

Il servizio è presente in diverse città europee e in Italia a Milano. “Milano può usufruire di un’esperienza di guida in modalità free floating innovativa, flessibile e di elevata qualità” afferma Andrea Leverano, managing director di DriveNow Italia. Sono allo studio servizi speciali rivolti a una clientela aziendale.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia